WALL STREET: SUI MERCATI USA TORNA L’OTTIMISMO

6 Gennaio 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta positivo per i listini americani, spinti al rialzo da un mix di buone notizie su petrolio, dollaro e settore societario. Il Dow jones guadagna lo 0.18% a 10617, l’S&P500 lo 0.17% a 1186 e il Nasdaq lo 0.44% a 2100.

I dati migliori delle attese sulle scorte di petrolio pubblicati mercoledi’ dalle autorita’ Usa e le temperature atmosferiche non rigide dell’inverno continuano a tenere sotto pressione i prezzi energetici. In questo momento il future con scadenza febbraio cede 24 centesimi a $43.15 al barile.

Un altro elemento positivo per i mercati americani e’ rappresentato dal buon andamento del dollaro, salito ai massimi di quattro settimane nei confronti dell’euro. Il cambio tra le due valute nelle prime battute di contrattazioni a New York e’ 1.3208.

Non hanno avuto effetti di rilievo sulla direzione degli indici i dati peggiori delle previsioni sui sussidi di disoccupazione. La settimana scorse le nuove richieste dei benefit dei senza lavoro sono salite a 364000 unita’, contro le 330000 unita’ attese dagli analisti. Molto atteso e’ ora il rapporto di dicembre sul mercato del lavoro, in calendario venerdi’.

Sul fronte societario, sotto i riflettori il gruppo telecom Western Wireless. Il New York Times riferisce che Alltell e’ in trattativa per acquisire la societa’. Il prezzo dell’operazione, stando alle indiscrezioni, si aggirerebbe intorno ai $4 miliardi.

Restando all’interno del settore, la banca d’affari UBS ha alzato i price target di tre operatori wireless. Tra le large cap, gli analisti li hanno espresso giudizi positivi sul colosso dei PC Dell e su Citigruoup, n.1. al mondo del settore bancario. Sostanzialmente buoni i numeri dal settore retail sulle vendite comparate di dicembre. Tra i singoli titoli, spicca il rialzo di Ann Taylor (+14%).

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.28%. L’oro arretra di $1.8 a $425.5 all’oncia.