WALL STREET: SUI MERCATI USA REGNA LA CAUTELA

10 Ottobre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta debole per i mercati americani, che faticano a stabilizzarsi dopo la pioggia di vendite della settimana scorsa. Il Dow Jones e’ invariato a 10289, l’S&P500 cede lo 0.33% a 1192 e il Nasdaq arretra dello 0.22% a 2085.

Dopo il brusco scivolone delle ultime giornate, che ha portato i principali indici azionari Usa ai minimi di tre mesi, sui mercati americani pervale la moderazione. L’attenzione degli operatori e’ concentrata sulla nuova stagione degli utili societari, che oggi inizia ufficialmente con la trimestrale di Alcoa.

La blue chip del Dow Jones, prima societa’ al mondo del settore dell’alluminio, pubblichera’ i numeri di bilancio questa sera, dopo la chiusura delle borse. Oltre ad Alcoe, pubblichera’ al trimestrale anche il colosso biotech Genetech.

Piu’ che sulle cifre del terzo trimestre, gli investitori faranno molta attenzione ai pronostici per il quarto e alle stime per il 2005-06. Le incertezze riguardano principalmente gli impatti dei prezzi energetici elevati su economia e inflazione e l’orientamento della Fed sui tassi d’interesse per i prossimi mesi.

Ancora sul fronte societario, il New York Times riporta che il gruppo assicurativo Lincoln National e’ in trattative avanzate per acquisire la rivale Jefferson-Pilot per circa $7.5 miliardi.

Sotto i riflettori anche Intel. Il Wall Street Journal riferisce che il colosso dei semiconduttori oggi annuncera’ il lancio di nuovi chip per server che dovrebbero chiudere il gap sulla performance con quelli della concorrente Advanced Micro Devices.

General Motors potrebbe essere sotto pressione dopo che Delphi, n.1 Usa nel settore componenti auto, sabato ha fatto richiesta di ammissione al procedimento di amministrazione controllata. GM ha effettuato lo spin off di Delphi nel 1999, e risente delle difficolta’ del gruppo.

Oggi non sono in calendario indicatori macroeconomici. Il mercato dei bond e’ chiuso per la ricorrenza del Columbus Day.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 10 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in lieve calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.37% contro il 4.35% della chiusura di venerdi’. L’oro guadagna $2.2 a $479.9, il petrolio cede 16 centesimi a $61.68 e l’euro viene scambiato a 1.2064 contro il dollaro.