WALL STREET STRAPPA UN FINALE TUTTO SUI RIALZI

16 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Chiusura positiva per Dow Jones e Nasdaq, che si risollevano dopo una seduta caratterizzata dal segno meno.

Il listino dei titoli industriali ha beneficiato dei guadagni di Procter & Gamble (PG – Nyse), e McDonald’s (MCD – Nyse), mentre il tabellone elettronico e’ sostenuto da Comverse Technology (CMVT – Nasdaq) e Exodus (EXDS – Nasdaq).

Il Nasdaq ha chiuso a 1.930,32 (+0,60%)
Il Dow Jones a 10.392,52 (+0,45%)
L’ S&P 500 a 1.181,66 (+0,31%)

A far scattare la pesante ondata di vendite che ha tenuto il mercato in territorio negativo per quasi tutta la giornata sono stati gli allarmi utili lanciati da Ciena (CIEN – Nasdaq), Brocade Communications Systems (BRCD – Nasdaq) e Viacom Inc (VIA – Nyse).

I ‘warning’ hanno fatto emergere timori circa i risultati di Dell (DELL – Nasdaq), la quale, dopo la chiusura dei mercati, potrebbe pubblicare una trimestrale deludente.

“Il mercato sta scendendo a causa delle cattive acque nelle quali navigano i bilanci aziendali”, ha commentato Bernard Picchi, director di Federated Investors Inc.

“Credo proprio che si debba guardare al 2002 per la maggior parte delle societa’ tecnologiche se si spera di vedere utili in crescita”, ha affermato Ed White, di Gannett Welsh & Kotler, aggiungendo tuttavia di non prevedere che l’anno prossimo sara’ quello di una ripresa significativa per alcune societa’.

Non ha dato vigore al mercato la buona notizia circa l’inflazione degli Stati Uniti, calata in luglio dello 0,3%.

Il ‘core rate’, ovvero l’indice depurato dalle componenti piu’ volatili, quali il settore alimentare e quello energetico, e’ aumentato dello 0,2%.
VEDI:


USA: INDICE PREZZI AL CONSUMO -0,3% LUGLIO

Sempre sul fronte macroeconomico, il numero dei nuovi sussidi di disoccupazione e’ sceso la scorsa settimana a 380000 dal rivisto 388.000 della settimana precedente.

Il calo ha stupito gli analisti che avevano previsto i nuovi sussidi a 395.000, suggerendo un miglioramento nel mercato del lavoro.
VEDI:


USA: SUSSIDI DI DISOCCUPAZIONE IN CALO

Sui listini in generale, hanno mostrato una tendenza al rialzo i settori ristorazione, edilizio, automobilistico, trasporti, cosmetico, chip, areospaziale, acciaio, cartario, bevande alcoliche.

In ribasso, invece, i settori brokeraggio, gas naturale, chimico, tessile, infrastrutture per le tlc.

VEDI QUALI SONO I TITOLI DI RILIEVO CHE HANNO MOVIMENTATO I MERCATI:


WALL STREET: I TITOLI CHIAVE DEL 16 AGOSTO