WALL STREET STABILE VICINO A MASSIMI DI GIORNATA

5 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Beneficiando dell’ottimismo ricomparso oggi sul settore chip e biotech, i mercati americani consolidano i buoni rialzi vicino ai massimi della giornata.

Le performance migliori si registrano sul comparto tecnologico, dove il Nasdaq Composite riesce a mantenersi ben al di sopra della soglia psicologica dei 2.200 punti, con un rialzo di oltre il 3%.

Positivo anche l’andamento dell’indice Dow Jones che beneficia principalmente delle componenti high tech.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina.

L’ottimismo intorno al comparto semiconduttori era iniziato nella mattinata dopo che Xilinx (XLNX – Nasdaq), uno dei primi produttori al mondo di circuiti integrati, si e’ detto convinto di raggiungere le stime di bilancio per il prossimo trimestre nonostante il continuo calo – anche se in diminuzione – degli ordini.

Positivi i commenti che hanno seguito l’annuncio. Tim Mahon, analista di Credit Suisse First Boston, ha dichiarato che il gruppo, nonostante non sia rimasto immune al generale trend ribassista del settore semiconduttori, dovrebbe dimostrarsi in grado di contrastare l’andamento generale grazie alla sua attuale posizione leader.

L’annuncio di Xilinx sembra aver dato ossigeno all’intero settore, nonostante le performance negative registrate nella seduta di lunedi’.

Sul settore high tech e tra le blue chip si fa infatti notare Intel (INTC – Nasdaq), il primo produttore al mondo di chip, che registra il miglior rialzo tra le 30 componenti del Dow Jones e riesce a trascinare sopra il 6% il Philadelphia Semiconductor Index (SOX – PLHX), l’indice piu’ rappresentativo del settore.

L’high tech beneficia anche delle ottime performance oggi per il settore biotech dopo che J.P. Morgan ha aumentato il rating di Human Genome Sciences (HGSI – Nasdaq) e di Celgene (CELG – Nasdaq)dichiarandosi ottimista sull’intero settore biotecnologico.

A dare corpo all’entusiasmo tra gli investitori sono anche i commenti positivi provenienti dal colosso americano Lucent Technologies (LU – Nyse), il cui amministratore delegato, Henry Schacht, ha detto di prevedere una veloce ripresa del mercato delle infrastrutture per le telecomunicazioni, con una crescita annua pari al 10%-15%.

Il gigante USA ha cosi’ confermato le proprie stime trimestrali che vedono il fatturato in leggera crescita rispetto ai tre mesi precedenti nonche’ una perdita inferiore a quella avuta nel periodo gennaio-marzo.

“La notizia di Lucent ha aumentato l’entusiasmo oggi a Wall Street – ha detto Eric Conly, senior trader presso Northern Trust Co. – Bisogna inoltre aggiungere che gli investitori hanno il timore di perdere alcune occasioni di guadagno”.

L’analista e’ infatti convinto che gli investitori istituzionali e i manager di fondi stiano testando le acque in maniera piu’ aggressiva, con lo spirito di chi prevede una prossima spinta in avanti sui mercati.