WALL STREET SOSTENUTA DAI SEMICONDUTTORI

18 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il progresso dei semiconduttori dopo la nota positiva di CIBC permette al Nasdaq di risalire la china. La banca d’affari ha formulato previsiosioni ottimiste sul dato relativo al book –to bill (relativo al rapporto tra ordinativi e fatturato sulle infrastrutture chip) che sara’ reso noto in serata.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Bene anche il Dow Jones, nonostante il calo di Ibm (IBM – Nyse), sulla scia della nota negativa di Morgan Stanley .

Un altro appuntamento importante che lascia gli investitori con il fiato sospeso e’ la comunicazione degli utili da parte del colosso software Oracle (ORCL – Nasdaq).

Continua tuttavia a regnare la cautela. Gli analisti temono che, sulla scia dei recenti scandali che hanno colpito l’intero comparto del brokeraggio, molte banche d’investimento annunceranno nuovi licenziamenti . Scetticismo anche sul recupero dell’industria dei PC, dopo il commento negativo di Morgan Stanley .

Settori

In rilazo i semiconduttori (SOX ), che beneficiano della nota positiva di CIBC , che ha consigliato agli investitori di posizionarsi sui titoli infrastrutture chip. Bene Intel (INTC – Nasdaq), Kla-Tencor (KLAC – Nasdaq), Texas Instruments (TXN – Nyse). Il listino e’ sostenuto anche dal recupero di Broadcom (BRCM – Nasdaq).

In recupero i software (GSO ). In rialzo BEA Systems (BEAS – Nasdaq), su cui la banca d’affari Credit Suisse First Boston ha manifestato un giudizio dai toni chiaro scuri. CSFB ritiene infatti che il titolo potrebbe accausare il lancio da parte del colosso informatico Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq) di una nuova versione gratis o a prezzi bassi del suo software, che avverra’ nella giornata di domani. In ogni caso, la banca d’affari continua ad essere convinta che BEAS sara’ uno dei tre protagonisti che domineranno la prossima generazione di infrastrutture. Sulla scia bene Adobe Systems (ADBE – Nasdaq), Microsoft (MSFT – Nasdaq) e Siebel Systems (SEBL – Nasdaq)

Finanziari (DJ_SCR ) sotto i riflettori. La paura dei nuovi licenziamenti segnalata sopra non e’ stata confermata dalla banca d’affari Lehman Brothers (LEH – Nyse), che non ha al momento annunciato tagli della forza lavoro. Lehman ha battuto le aspettative ma ha accusato una flessione del fatturato del 17%. La notizia trascina cosi’ al ribasso le rivali Morgan Stabley Dean Witter (MWD – Nyse) e Merrill Lynch (MER – Nyse).

Recuperano terreno gli hardware (GHA ), nonostante la decisione della banca d’affari Morgan Stanley di tagliare le stime sugli utili e sul fatturato del colosso informatico Ibm (IBM – Nyse). Ma l’indice assiste ai guadagni di Agilent (A – Nyse) e di Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq).

Deboli i telefonici (XTC – Nyse). Occhi puntati sul colosso Worldcom (WCOM – Nasdaq), che si e’ difeso dal downgrade di S&P . Bene AT&T (T – Nyse) e Qwest (Q – Nyse).

Risalgono la china i biotech (BTK ), che beneficiano in ritarno della nota positiva di UBS Warburg . In progresso Amgen (AMGN – Nasdaq) e Genentech (DNA – Nyse)

Utili

Positivi i risultati della catena di distribuzione di prodotti elettronici Circuit City (CC – Nyse), che si sono rivelati al di sopra delle stime.

Migliori delle stime anche gli utili della societa’ retail Beast Buy (BBY – Nyse).

Da segnalare

Il listino hi-tech Nasdaq sta per annunciare una partnership con Commerzbank e Dresdner Bank .

La banca d’affari US Bancorp Piper Jaffray ha consigliato agli investitori di rimanere prudenti.

Dichiarazioni piu’ confortanti sono provenute invece da Merrill Lynch , che ha dichiarato che gli Usa non accuseranno una recessione a doppio minimo.

La banca d’affari Goldman Sachs si e’ mostrata cauta sul colosso dei fast food McDonald’s (MCD – Nyse).

Ancora nei guai la societa’ delistata dal Nasdaq Adelphia Communications che non ha onorato un debito del valore di $51,25 milioni .

Dati macroeconomici

L’ inflazione relativa al mese di maggio si e’ rivelata invariata. Il “core rate” ha invece segnato un progresso dello 0,2%.

I nuovi cantieri edili hanno registrato a maggio una forte impennata, mettendo a segno un progresso dell’11,6%.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in