Wall Street si ridimensiona sul finale

8 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Chiusura poco mossa per Wall Street che si rimangia i guadagni sul finale. Il super dollaro, sostenuto dai timori per la crisi del debito in Europa, ha spento alla fine l’entusiasmo per la decisione del Presidente degli States Barack Obama di estendere i benefici fiscali anche alle classi più abbienti per altri due anni. Allo stesso tempo, si è affacciata l’ipotesi che il taglio alle tasse possa aumentare il già ingente deficit degli USA. Questo ha portato conseguentemente ad un sell-off di Treasuries, che hanno visto così incrementare i propri rendimenti. Non hanno aiutato, inoltre, i rumors di stampa secondo cui la Cina potrebbe decidere di alzare i tassi di interesse addirittura in questo fine settimana. In luce Citigroup dopo che il Tesoro USA ha annunciato che completerà la vendita della quota del colosso bancario ancora in suo possesso. Il Dow Jones ha chiuso sui valori della vigilia (-0,03%) a 11.359 punti, così come l’S&P500 +0,05% a 1.223 punti. Meglio il Nasdaq che strappa un +0,14% concludendo a quota 2.598 punti.