Società

WALL STREET RIPRENDE FIATO DOPO L’ ULTIMO RALLY

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Avvio fiacco per gli indici Usa, che non si sollevano dalla linea di parita’ dopo i forti rialzi delle ultime due sedute. Il Dow Jones Industrial guadagna lo 0.06 a 12749, l’S&P500 cede lo 0.03% a 1454, il Nasdaq avanza dello 0.10% a 2490. I contrastati dati macro non hanno fornito la spinta necessaria agli indici per proseguire sulla strada dei rialzi.

Dopo il recente rally, ieri innescato dai commenti “non da falco” del presidente della Fed Ben Bernanke sul quadro inflazionistico che hanno spinto gli indici a nuovi massimi, gli operatori avranno oggi un resoconto della seconda giornata della testimonianza del capo della Fed al Congresso (stavolta alla Camera). Nessuno sul mercato si aspetta ulteriori notizie sull’atteggiamento della Banca Centrale in materia di tassi o cambiamenti rispetto alla testimonianza di ieri.

Il calendario macro giornaliero e’ piuttosto intenso. Dai primi dati diffusi in mattinata sono emersi segnali contrastati: buone le notizie giunte dall’aggiornamento sul NY Empire State Index, balzato a 24 punti dopo essere sceso ai minimi livelli di 19 mesi a gennaio, meno incoraggiante l’andamento del comparto del lavoro con le nuove richieste per sussidi di disoccupazione schizzate di 44 mila unita’ nell’ultima settimana.

E’ risultata in calo dello 0.5% la produzione industriale di gennaio, in controtendenza con le attes edegli analisti che erano per una variazione nulla. A meta’ seduta (ore 18:00), l’attenzione si spostera’ nuovamente sul comparto manifatturiero con il dato sul Philadephia Fed di febbraio.

Gli operatori seguiranno da vicino anche l’andamento dell’indice rilasciato dall’Associazione Nazionale dei Costruttori, in vista degli aggiornamenti sul settore immobiliare in programma per domani. Sul dato c’e’ grande curiosita’ per valutare se effettivamente nel comparto si sta verificando un processo di stabilizzazione, come lo stesso Bernanke ha confermato.

Sul fronte societario, Caterpillar ([[CAT]]) ha annunciato un maxi buyback (riacquisto di azioni proprie) di $7.5 miliardi, il che sta facendo salire questo titolo, componente del Dow Jones Industrial, di circa il 2.5% in avvio. A dare una mano al tecnologico Nasdaq e’ Qualcomm ([[QCOM]]), che sale del 6% dopo un upgraded di Oppenheimer.

Tra le aziende che hanno diffuso i risultati trimestrali in mattinata si distinguono in positivo il gruppo biotech Biogen ([[BIIB]]), Molson Coors ([[TAP]]) e la societa’ di servizi petroliferi Baker Hughes ([[BHI]]) che ha riportato una forte crescita dei profitti grazie al balzo delle vendite.

APPENA 299 TITOLI QUOTATI SU BORSA ITALIANA, BEN 5.964 TITOLI QUOTATI SU NASDAQ E NYSE. CHE ASPETTI? E QUI SU WALL STREET ITALIA TROVI LE QUOTAZIONI IN TEMPO REALE E IL BOOK A 15 LIVELLI DI TUTTE LE AZIONI AMERICANE! CLICCA SU >>>[TOTALVIEW]<<< ALL'INTERNO DI INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro sta estendendo i guadagni nei confronti del dollaro e viene scambiato a 1.3152. In progresso l’oro, +$1.50 a $673.50 all’oncia. In rialzo anche i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.69%.