Wall Street resta sotto scacco ma ridimensiona la delusione iniziale

3 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Wall Street resta sottotono a metà giornata, ma recupera dai minimi dell’esordio, quando i mercati avevano accusato il colpo del pessimi dati occupazionali. L’economia USA, infatti, è riuscita a creare solo 39 mila posti di lavoro a novembre, contro i 150 mila attesi, mentre il tasso di disoccupazione è salito al 9,8%. Poi, la delusione è stata attenuata dalla convinzione che probabilmente questo dato sarà rivisto al rialzo il mese venturo. Inoltre, sono giunte buone indicazioni dall’ISM non manifatturiero, che è salito più del previsto a novembre. Intanto, il dollaro resta debole nei confronti dell’euro, che è salito sino a 1,337 USD (+1,2%). In ascesa le quotazioni dell’oro, che hanno nuovamente sondato la soglia dei 1400 dollari l’oncia. L’indice Nasdaq torna in attivo, con un incremento dello 0,12%, mentre lo S&P 500 mantiene una perdita dello 0,18% ed il Dow Jones dello 0,16%.