Wall Street resta prudente, DJ oltre 11.000 punti

12 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Prosegue stabile la seduta di Wall Street, confermando la prudenza iniziale, per l’attesa dell’avvio della stagione delle trimestrali, con il consueto taglio del nastro del colosso dell’alluminio, Alcoa, a mercati chiusi. Sui mercati sembra essersi già smorzato l’entusiasmo per il pacchetto Ue sul piano di salvataggio della Grecia, che ha galvanizzato stamane gli indici europei. L’agenda è povera di spunti dal fronte macroeconomico, tuttavia sul fronte societario le notizie non mancano. La società di telefonini Palm, infatti, secondo quanto riportato da Bloomberg, sarebbe pronta al buyout. Riparte l’M&A con il deal da 1,5 mld dollari annunciato da DynCorp International e Cerberus Capital Management. Inoltre nel settore energia, rialzi a doppia cifra per i titoli Mirant Corporation e Rri Energy che hanno annunciato di aver raggiunto un accordo da cui nascerà, GenOn Energy, uno dei maggiori produttori indipendenti di energia negli Stati Uniti. Atteso stasera alle 20:00 italiane atteso il Budget del Tesoro per il mese di Marzo. Sul mercato valutario, il dollaro tenta il recupero nei confronti della moneta unica inizialmente sostenuta dal pacchetto Ue di aiuti alla Grecia. In calo i prezzi del greggio con le quotazioni poco sopra gli 85 dollari al barile. Tra gli indici, il Dow Jones segna un incremento dello 0,17% mentre il nasdaq sale dello 0,16%. Positivo anche il più ampio paniere S&P500 che avanza dello 0,23%.