WALL STREET RESTA FIACCA E NASDAQ CEDE IN ROSSO

28 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A circa mezz’ora dall’apertura della seduta, i principali indicatori delle borse americane boccheggiano attorno alla parita’, mentre il tabellone elettronico del Nasdaq brucia mezzo punto percentuale.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Tra i principali titoli in movimento questa mattina a Wall Street:

Nel settore high tech, Exodus (EXDS) ha annunciato dopo la chiusura dei mercati di aver riaperto le trattative per l’acquisizione della divisione Web Hosting di Global Crossing (GBLX). Il titolo Exodus perde l’11,25%, mentre il titolo Global Crossing guadagna oltre il 3%.
(Vedi Fusioni: ci riprovano Global Crossing ed Exodus)

Nel settore alberghiero, Marriott International Inc. (MAR) ha chiuso il terzo trimestre con un utile di $110 milioni, pari a 43 centesimi per azione, battendo le aspettative degli analisti di Wall Street. Il titolo guadagna il 2%.
(Vedi Utili: Marriott batte aspettative)

Nel settore delle telecomunicazioni, Sanford C. Bernstein & Co., societa’ d’investimento la cui divisione ricerche gode di soloida reputazione a Wall Street, ha abbassato il rating di Cisco Systems (CSCO) e Nortel Networks Corp New (NT) portandolo a ‘Market Perform’. Il titolo Cisco perde oltre il 2%, mentre il titolo Nortel perde quasi l’ 1%.
(Vedi Borsa: S&B abbassa rating Cisco e Nortel)

Nel settore dell’elettronica di consumo, Sony Corp. (SNE) e’ stata costretta ad ammettere che la produzione di Playstation 2 non sara’ in grado di coprire la domanda del mercato americano, dove la nuova consolle sara’ lanciata alla fine di ottobre. Il titolo sony guadagna quasi l’1%.
(Vedi Videogiochi: mancano i pezzi per la PlayStation2)