WALL STREET RESTA DEBOLE, RIMBALZA IL GREGGIO

9 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ giornata i listini si muovono in territorio positivo dopo aver attraversato anche oggi piu’ volte la lina di parita’ (controlla la performance in tempo reale). Alla trimestrale incoraggiante di Alcoa (AA) fa da contraltare il recupero del greggio, risollevatosi dai minimi degli ultimi giorni a causa delle rinnovate tensioni geopolitiche e del calo delle scorte settimanali.

Dopo il brusco scivolone degli ultimi due giorni, il petrolio e’ riuscito a ritrovare la strada dei rialzi, ma il progresso intraday a meta’ giornata appare limitato. Le notizie emerse nelle ultime ore avrebbero probabilmente scatenato un’ondata di acquisto sul comparto, non fosse stato per l’intensificarsi delle speculazioni circa un rallentamento globale dell’economia che avra’ l’effetto di contenere la domanda di greggio.

La notizia dei nuovi test condotti dall’Iran sul lancio di missili con gittata fino a 2000 chilometri (che potrebbero colpire Israele), e la contrazione delle scorte settimanali superiore alle attese hanno spinto i futures con scadenza agosto in rialzo di 70 centesimi a $136.74 al barile.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sul fronte societario, incoraggianti i primi segnali offerti da Alcoa (AA) sulla stagione degli utili. Il gigante dell’alluminio, componente del Dow Jones, ha riportato nell’after hour di ieri sera profitti in linea col consensus e ricavi migliori delle attese: il titolo e’ arrivato a guadagnare piu’ del 4% per poi ridurre il rialzo a circa mezzo punto percentuale a meta’ giornata.

Nel comparto hi-tech, riflettori puntati su Google (GOOG) che potrebbe risentire invece della nota diffusa dal Wall Street Journal secondo cui i ricavi provenienti dal sito di video online Youtube si attesteranno a livelli inferiori alle stime della stessa societa’. Nel comparto finanziario, Merrill Lynch (MER) sembra vicina ad un accordo per la vendita della propria quota in Bloomberg e BlackRock.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Steel +8.9%, Fertilizer & Agricultural Chemicals +4.3%, Coal & Consumable Fuels +3.4%, Autos +2.3%, and IT Consulting & Services +1.8%. Tra i piu’ forti ribassi: Casino & Gaming -3.7%, Real Estate Management & Development -3.5%, Tires & Rubber -2.7%, Oil & Gas Refining & Marketing -2.5%, and Specialized Finance -2.2%.

Alle 12.15 EDT il volume di scambio e’ di 501 milioni di pezzi al NYSE e 805 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 1719 a 1313 al Nyse e 1315 a 1346 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 3 a 24 al NYSE e 10 a 39 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI