WALL STREET RECORD IN AVVIO, DOW JONES +100 PUNTI

20 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

Apertura in forte rialzo per i listini americani, con il Dow Jones balzato ad un nuovo record storico grazie ad un rialzo superiore ai 100 punti (+0.79%) a 12909. L’indice S&P500 sale dello 0.70% a 1471, il tecnologico Nasdaq avanza dell’1.01% a 2530.

Catalizzatore della giornata e’ il flusso di trimestrali positive giunto dal fronte societario tra la tarda serata di ieri e la mattinata che ha nettamente oscurato le stime deludenti degli analisti sulla stagione degli utili ed allontanato i timori di un rallentamento della crescita economica prevista per i prossimi mesi.

I risultati fiscali diffusi nell’after hour di ieri dal colosso Internet Google ([[GOOG]]) e dalla societa’ di servizi petroliferi n.1 al mondo, Schlumberger ([[SLB]]), ne sono un esempio. Google ha facilmente battuto le stime degli analisti, mandando il titolo in progresso di oltre quattro punti percentuali in mattinata. Bene anche il gigante delle carte di credito American Express ([[AXP]]), le cui azioni salgono dell’1.26% in avvio.

Il re dei fast food McDonald’s ([[MCD]]) ha riportato un utile per azione di 62 centesimi, rispettando il consensus, e ricavi migliori delle stime: il titolo ha aperto agli scambi a nuovi massimi storici.

Tra gli altri titoli del Dow Jones, a battere le stime sono stati la societa’ farmaceutica Pfizer ([[PFE]]), il gruppo leader nei macchinari per le costruzioni Caterpillar ([[CAT]]) e la conglomerata industriale Honeywell ([[HON]])

Il comparto tecnologico oltre a beneficiare dalla spinta di Google, e’ supportato parimenti dalla trimestrale di Xerox ([[XRX]]), anche questa rivelatasi migliore delle attese. Sale anche Advanced Micro Devices ([[AMD]]) che, dopo aver comunicato una perdita nell’ultimo trimestre, ha annunciato di aver avviato un nuovo piano di ristrutturazione mirato ad una significativa riduzione dei costi.

L’ondata di acquisti sta interessando, oltre che i mercati americani, anche quelli asiatici ed europei. Lo Shanghai Composite cinese ha effettuato un rally del 4% dopo essere scivolato del 4.5% nella seduta di ieri; l’indice pan-europeo Dow Jones Stoxx 600 sale di oltre un punto percentuale.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Intanto nel comparto energetico, il petrolio ha ripreso a guadagnare terreno dopo i forti cali delle ultime sedute. Nelle prime battute i futures con consegna maggio salgono di $0.54 a $62.33 al barile.

Sul valutario, l’euro e’ in lieve ribasso a quota $1.3594. In progresso di $6.50 l’oro a quota $694.80 all’oncia. In leggero rialzo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.66%.