WALL STREET: RALLY DEGLI INDICI NEL FINALE

12 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Un’ondata di acquisti si e’ riversata sugli indici Usa nell’ultima ora di contrattazioni, con il Dow Jones che non solo e’ riuscito a riagguantare l’importante soglia psicologica dei 9.500 punti, ma ha anche superato i 9.600 punti. Colpo di reni anche per il Nasdaq, che ha concluso la seduta al di sopra dei 1.500 punti.

Il rally finale di mercato e’ stato alimentato da un rumor relativo ai risultati trimestrali del colosso del software Microsoft (MSFT – Nasdaq).

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI RUMORS, in INSIDER. Abbonati subito!

Il Nasdaq ha chiuso a 1.519,12 (+1,47%)

Il Dow Jones ha chiuso a 9.617,71 (+1,06%)


L’S&P 500 a 1.020,26 (+0,66%)

I mercati si sono cosi’ lasciati alle spalle l’incertezza seguita alla pubblicazione del Beige Book, la relazione della Federal Reserve sullo stato dell’economia americana, che ha evidenziato una crescita moderata ma irregolare nel periodo di aprile-maggio.

Tra i titoli che hanno mosso i listini:

Una seduta tuttavia in cui non sono mancate le notizie negative. Sul listino dei titoli industriali hanno infatti pesato i cali di Ibm (IBM – Nyse). Il titolo ha toccato il livello minimo dal novembre del 1998 . Al minimo delle ultime 52 settimane anche il farmaceutico Merck (MRK – Nyse) e il colosso della telefonia AT&T (T – Nyse). Buona invece la performance del titolo dei prodotti di largo consumo Procter & Gamble (PG – Nyse) che, dopo aver confermato le stime sul quarto trimestre fiscale, e’ stato premiato da una nota positiva di Merrill Lynch .

Tra le maglie nere del Nasdaq, il titolo software Siebel Systems (SEBL – Nasdaq) e il titolo della societa’ di infrastrutture Internet Juniper Networks (JNPR – Nasdaq).

Entrambe le societa’ hanno alimentato i timori sulla ripresa dei profitti societari. E dura e’ stata la reazione delle banche d’affari, con Morgan Stanley che ha bastonato il rating di Juniper e Goldman Sachs che ha tagliato le stime sui risultati di Siebel .

A livello settoriale:

Hanno limato le perdite i titoli Internet (DOT), inizialmente tartassati dalle perdite di Aol-Time Warner (AOL – Nyse), che ha toccato il livello minimo dall’ottobre del 2001. Sull’indice ha inciso anche la performance di Juniper Network (JNPR – Nasdaq). Aol ha depresso Yahoo! (YHOO – Nasdaq) e Amazon.com (AMZN – Nasdaq).

Piatti i biotech (BTK), che dopo la pessima performance di martedi’ hanno accusato oggi la notizia dell’arresto per insider trading dell’ ex amministratore delegato di Imclone (IMCL – Nasdaq), Sam Waksal. Il titolo ha tuttaviaq chiuso in territorio positivo.

Recupero improvviso dei semiconduttori (SOX). In luce il colosso dei microprocessori Advanced Micro Devices (AMD – Nyse), le cui stime sono state riviste al rialzo dalla banca d’affari Prudential . Bene anche Intel (INTC – Nasdaq). Notizie negative, invece per Nvidia (NVDA – Nasdaq), dopo il commento negativo di RBC Capital . In rialzo Texas Instruments (TXN – Nyse) e Micron Technology (MU – Nyse). Bene i titoli delle infrastrutture chip Teradyne (TER – Nyse) e Kla-Tencor (KLAC – Nasdaq).

In calo le infrastrutture Internet (NWX ), che hanno accusato le notizie poco confortanti relative a Juniper Networks (JNPR -Nasdaq). Male Nortel (NT – Nyse).

Dopo una seduta di forti ribassi ha chiuso quasi piatto il settore software (GSO) sulla scia di Siebel Systems (SEBL – Nasdaq). Male Bea Systems (BEAS – Nasdaq) e Novell (NOVL – Nasdaq). La nota positiva di SG Cowen su Veritas Software (VRTS – Nasdaq)ha alla fine spronato gli acquisti sul titolo.

Piatti anche i wireless (YLS ), che non hanno accolto con favore la nota positiva su Nokia (NOK – Nyse), premiata con un buy dalla banca d’affari Dresdner . E neanche le dichiarazioni positive di Motorola (MOT – Nyse) sono riuscite ad alimentare gli acquisti. Sull’indice hanno ceduto Palm (PALM – Nasdaq)e Ericsson (ERICY – Nasdaq).

Per avere tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER. Abbonati subito!