WALL STREET PROVA A SALIRE IN AVVIO

1 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Dopo il deludente avvio di settimana, Wall Street apre agli scambi in leggero progresso, con il Dow Jones in rialzo dello 0.21% a 13090, l’S&P500 dello 0.23% a1485, il Nasdaq sale dello 0.24% a 2531.

Ieri i listini hanno ceduto parte del terreno conquistato ad aprile, con gli operatori concentrati a consolidare i recenti guadagni, dopo che gli aggiornamenti macroeconomici hanno evidenziato un rallentamento dell’inflazione ma anche della crescita economica.

Per tale motivo l’indice ISM relativo all’attivita’ manifatturiera sara’ seguito con particolare attenzione in mattinata, per valutare le dinamiche del comparto. In calendario sono presenti anche gli aggiornamenti sulle vendite di case in sospeso ed un intervento del presidente della Federal Reseve, Ben Bernanke (alle 17:00 ora italaina), sul commercio estero.

A polarizzare l’attenzione sara’ anche il comparto dell’auto con la diffusione dei numeri relativi alle vendite di aprile, mese da molti segnalato come il peggiore degli ultimi anni per l’industria automobilistica. A guidare il calo dei volumi di vendita dovrebbe essere Ford ([[F]]) con un ribasso del 22%; a seguire General Motors ([[GM]]) (-11%) e Chrysler ([[DCX]]) (-10%).

Continuano intanto a risultare migliori delle attese gran parte delle trimestrali societarie. In mattinata risultati positivi sono stati diffusi dal colosso dei prodotti di largo consumo Procter & Gamble ([[PG]]) che ha anche rivisto al rialzo l’outlook per il resto dell’anno, da Qwest Communications ([[Q]]), che ha visto quasi triplicare il livello dei profitti rispetto allo scorso anno, e Wyndham Worlwide ([[WYN]]).

Cattive notizie invece dalla catena di negozi hi-tech Circui City ([[CC]]), il cui titolo e’ scivolato di oltre 8 punti percentuali nell’after hour di ieri dopo aver tagliato le stime sul 2008 e rivisto al ribasso quelle sull’anno in corso.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il petrolio e’ in leggero rialzo. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna giugno avanzano di appena 12 centesimi a $65.83 al barile.

Sul valutario, l’euro e’ in leggero progresso sul dollaro a quota 1.3668. In ribasso di $5.90 l’oro a quota $677.60 all’oncia. In lieve rialzo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.62%.