Wall Street prosegue rally confortata da dati macro

1 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Wall Street si conferma in rally a metà seduta, dopo una partenza già tonica. I mercati americani, come quelli europei, beneficiano di ampie ricoperture, sgorgate generosamente all’inizio di dicembre, ma traggono anche spunto da una serie di positivi dati economici. Dopo la forte crescita della produzione in Cina, i mercati hanno accolto con euforia una serie di positivi dati congiunturali americani, come quello sull’ISM manifatturiero, che ha segnato una flessione inferiore al previsto. Bune indicazioni sono giunte anche dal mercato dle lavoro, dove la produttività è salita del 2,3%, mentre gli occupati sono aumentati di 93 mila unità nel settore privato,superando il consensus. Il dato è stato letto, come sempre, alla luce dei dati che saranno pubblicati dal Dipartimento del Lavoro americano venerdì. Questa sera si attende la pubblicazione del Beige Book,il consueto bollettino mensile della Federal Reserve sullo stato dell’attività nei dodici distretti della FED. Intanto, il dollaro fa un passo indietro contro l’euro, che è risalito a 1,311 USD, dopo aver bucato ieri anche la soglia degli 1,30 dollari. In rialzo anche il petrolio a 86,4 dollari al barile, nonostante i contrastanti dati sulle scorte pubblicati dal DOE. L’indice Nasdaq conferma un rialzo del 2,15%, lo S&P 500 dell’1,55% ed il Dow Jones del 2,18%. Sotto i riflettori il settore auto, in attesa dei dati complessivi sulle vendite di novembre, ma per i produttori americani si attende una crescita a doppia cifra delle immatricolazioni. Corre Starbucks, dopo aver delineato i suoi ambiziosi piani di crescita in Cina. Euforica la State Street, che ha annunciato un importante taglio del personale, che coinvolgerà il 5% della sua forza lavoro.