WALL STREET PROCEDE LANCIATA SUI GUADAGNI

28 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alla soglia di meta’ giornata, tutti i principali indicatori delle borse americane sono in forte rialzo: l’indice Dow Jones dei trenta principali titoli industriali rimbalza di oltre 170 punti sopra quota 10.800, mentre il tabellone elettronico del Nasdaq sale dell’1,8% e riafferra quota 3.700 punti.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

“Niente nuove, buone nuove”, sembra essere il giudizio degli investitori che, in assenza di ‘profit warning’, hanno ripreso ad acquistare, approfittando dei prezzi d’occasione su molti titoli di qualita’.

Gli ordini di acquisto sono concentrati sul settore tecnologico, senza dimenticare le Blue Chip raccolte dall’indice Doe Jones.

Unica eccezione a oscurare il firmamento dell’high-tech e’ Cisco Systems, in perdita dopo aver ricevuto un abbassamento del rating da parte di Sanford & Bernstein.

In generale sui listini sono in rialzo finanziari, prodotti medicali, cartario, farmaceutico, biotecnologie, Internet, semiconduttori.

Perdono terreno fotografici, metalli preziosi, giocattoli, tessile e trivellazioni petrolifere.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a Wall Street:

Nel settore high tech, Exodus (EXDS) ha annunciato dopo la chiusura dei mercati di aver riaperto le trattative per l’acquisizione della divisione Web Hosting di Global Crossing (GBLX). Il titolo Exodus perde quasi il 2,5%, mentre il titolo Global Crossing guadagna l’ 8,5%.
(Vedi Fusioni: ci riprovano Global Crossing ed Exodus)

Nel settore alberghiero, Marriott International Inc. (MAR) ha chiuso il terzo trimestre con un utile di $110 milioni, pari a 43 centesimi per azione, battendo le aspettative degli analisti di Wall Street. Il titolo guadagna oltre il 2%.
(Vedi Utili: Marriott batte aspettative)

Nel settore delle telecomunicazioni, Sanford C. Bernstein & Co., societa’ d’investimento la cui divisione ricerche gode di soloida reputazione a Wall Street, ha abbassato il rating di Cisco Systems (CSCO) e Nortel Networks Corp New (NT) portandolo a ‘Market Perform’. Il titolo Cisco e’ praticamente invariato, mentre il titolo Nortel ha invertito la tendenza e a meta’ giornata guadagna il 4%.
(Vedi Borsa: S&B abbassa rating Cisco e Nortel)

Nel settore dell’elettronica di consumo, Sony Corp. (SNE) e’ stata costretta ad ammettere che la produzione di Playstation 2 non sara’ in grado di coprire la domanda del mercato americano, dove la nuova consolle sara’ lanciata alla fine di ottobre. Il titolo Sony guadagna quasi il 2,5%.
(Vedi Videogiochi: mancano i pezzi per la PlayStation2)

Nel settore della ristorazione, Cremonini, azienda italiana attiva nella ristorazione, ha stretto alleanza con la statunitense Roadhouse Grill (GRLL) per creare una catena di 60 ‘steakhouse’ in tutta Europa. Il titolo Roadhouse guadagna quasi il 2%.
(Vedi Ristorazione: Cremonini sigla intesa con Roadhouse)

Nel settore Internet, Yahoo! (YHOO) e’ in rialzo di oltre il 6% dopo che la banca d’affari Goldman Sachs ha dicharato che la societa’ potra’ rispettare e battere le aspettative degli analisti per gli utili del terzo trimestre. Yahoo! era stato trascinato al ribasso ieri dal “profit warning” di Priceline.com (PCLN) che a meta’ giornata guadagna quasi il 6,5%.

Nel settore automobilistico, Ford Motors (F), nel quadro dell’eliminazione dei pneumatici Firestone, prevede di installare nella maggior parte dei sui suoi nuovi veicoli Explorer, pneumatici francesi Michelin, permettendo al cliente di scegliere tra le due societa’. Il titolo Ford guadagna l’ 1,5%.

Nel settore farmaceutico, King Pharmaceuticals (KG) sostituira’ tra le societa’ comprese dell’indice allargato S&P 500 a partire dal 3 ottobre Young & Rubicam (YNR), che e’ stata acquistata da WPP Group (WPPGY). Il titolo KG perde oltre il 10%, mentre il titolo Young & Rubicam perde il 2% e WPP perde oltre l’ 1%.

Nel settore Internet, le autorita’ antitrust europee hanno dato l’ok alla fusione tra America Online (AOL) e Time Warner (TWX). La Federal Communications Commission si pronunciera’ invece sulla questione alla fine di ottobre. La decisione della Commissione europea, che non e’ ancora stata formalizzata, e’ stata accompagnata dal rifiuto di approvare la fusione da $20 miliardi tra la divisione musicale il secondo operatore della Tv via cavo negli Usa ed EMI Group. Il titolo AOL guadagna l’ 1,5%, mentre il titolo Time Warner e’ praticamente invariato.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati delle 12:00) con rispettivi
volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando
sul simbolo dei singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

(in $)

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

LU

Lucent Technologies

18,519,900

31.688

+2.813

+9.74%

NT

Nortel Networks

17,817,100

62.188

+2.563

+4.30%

T

AT&T

8,760,800

28.625

+1.000

+3.62%

MOT

Motorola

8,697,600

29.188

+0.125

+0.43%

PG

Procter & Gamble

6,950,800

66.000

+4.250

+6.88%

NOK

Nokia

6,585,800

40.188

-0.563

-1.38%

TXN

Texas Instruments

6,198,800

48.438

+0.063

+0.13%

PFE

Pfizer

5,842,700

44.125

+0.875

+2.02%

PHA

Pharmacia

5,221,500

60.188

+1.750

+2.99%

SOE

Southern Energy 

5,254,200

29.750

+0.125

+0.42%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati delle 12:00) con rispettivi volumi, prezzi e
variazioni percentuali (verificare aggiornamenti cliccando sul simbolo dei
singoli titoli)
:

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

(in $)

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

CSCO

Cisco Systems

48,274,700

57.063

-0.250

-0.44%

INTC

Intel

30,171,600

44.438

+0.563

+1.28%

WCOM

WorldCom

29,034,800

28.875

+2.813

+10.79%

EXDS

Exodus Comm

18,487,100

52.000

-1.250

-2.35%

DELL

Dell Computer

19,803,800

33.000

+0.563

+1.73%

GBLX

Global Crossing

16,800,100

32.438

+2.563

+8.58%

JDSU

JDS Uniphase

15,030,100

98.938

+1.188

+1.21%

MSFT

Microsoft

11,583,500

61.750

+1.125

+1.86%

CIEN

CIENA

9,045,500

128.563

+5.438

+4.42%

ADCT

ADC Telecom

8,958,100

27.375

+1.875

+7.35%