WALL STREET: PRESE DI PROFITTO IN APERTURA

20 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Apertura all’insegna della debolezza per gli indici Usa, in una seduta che tuttavia potrebbe riservare non poche sorprese. Tema dominante della giornata di oggi e’ infatti la possibilita’ che il colosso dei media Aol-Time Warner (AOL – Nyse) traduca in fatti l’intenzione, gia’ preannunciata , di acquistare una partecipazione della societa’ telefonica AT&T (T – Nyse), per un valore di $9 miliardi.

Ancora incerta la condizione in cui versano gli indici, che hanno tuttavia dimostrato nelle sedute precedenti di voler risalire la china. Da segnalare che, con il rialzo della giornata di ieri, l’indice S&P 500 e’ arrivato a incamerare un progresso del 19% dalla chiusura del 23 luglio, in cui arrivo’ a testare il minimo degli ultimi 5 anni. Un rialzo da non sottovalutare, in un momento in cui alcuni operatori sottolineano come siamo ormai vicini al bottom e come la strada potrebbe essere tutta in discesa. Inoltre se l’S&P 500 arrivasse a mettere a segno un progresso dell’1% nella seduta odierna, si parlerebbe, di ritorno dell’indice nella fase “bullish”, intesa come quella situazione in cui il rialzo e’ del 20% dai minimi.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

TEMI DELLA SEDUTA

Tornano dunque le merger? Una cosa e’ certa. Le operazioni di fusioni e di acquisizione hanno sempre scatenato l’interesse degli investitori e si sono rivelate di buon auspicio. E tra l’altro AT&T non sarebbe un caso isolato oggi. Secondo quanto segnalato dal Wall Street Journal, a questa operazione potrebbe aggiungersi la fusione tra VoiceStream Wireless (VSTR – Nasdaq) e Cingular Wireless . Ma a preoccupare gli investitori nella seduta odierna sono ancora i profitti societari. Deludenti si sono infatti rivelati i risultati trimestrali di Agilent (A – Nyse), che tuttavia sono oscurati dal buon bilancio comunicato dal colosso retail Home Depot (HD – Nyse).

Mancano fortunatamente, almeno al momento, notizie negative provenienti dal fronte macroeconomico che possano zavorrare i mercati. Gli indici, dopo una reazione inizialmente indifferente, hanno guardato con favore al calo del deficit commerciale di giugno , che segnala comunque un miglioramento del quadro congiunturale.

SETTORI

WIRELESS (YLS) E TELEFONIA (XTC).
I due comparti sono sicuramente i veri protagonisti della seduta, considerate le operazioni di merger e di acquisizione che vedono protagonisti AT&T (T – Nyse) e Cingular Wireless , divisione di Verizon (VZ – Nyse). Sotto i riflettori anche Qwest Communications (Q – Nyse), che ha acconsentito alla vendita della divisione di gestione delle pagine gialle a un team di banche d’investimento guidate da Carlyle Group e Welsh-Carson per poco piu’$7 miliardi. L’operazione potrebbe salvare la compagnia, che versa in una difficile situazione finanziaria, allontanando il rischio di bancarotta.

RETAIL (DJ_RTS ).
Il settore potrebbe continuare il trend rialzista di ieri, guardando con favore ai buoni risultati trimestrali del colosso Home Depot (HD – Nyse).

SEMICONDUTTORI (SOX ).
Occhi puntati sugli hi-tech, dopo i risultati trimestarli positivi di Omnivision Technologies (OVTI – Nyse).

NETWORKING (NWX )
Il colosso di infrastrutture Cisco Systems (CSCO – Nyse) ha annunciato di essere in trattativa per la rilevazione di Andiamo per $2.5 miliardi.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI PRE-BORSA, in INSIDER.