Società

WALL STREET PRENDE FIATO DOPO IL FORTE RALLY DI IERI

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Avvio in leggero calo per gli indici Usa, a causa delle contrastate notizie societarie e del rimbalzo del greggio. Il Dow Jones cede lo 0.11% a 11485, l’S&P500 lo 0.03% a 1312, il Nasdaq e’ in ribasso dello 0.02% a quota 2215.

Dopo la forte spinta di ieri, che ha portato gli indici ai massimi di diversi mesi, gli operatori sono impegnati a consolidare le rispettive posizioni, in attesa di nuovi dati che possano segnalare il futuro corso dei tassi d’interesse. A tal proposito, i numerosi dati in calendario nelle giornate di giovedi’ e venerdi’ saranno di grosso aiuto.

Per quanto riguarda la giornata odierna, invece, alle 20:00 ora italiana verra’ diffuso il budget del tesoro di agosto, qualche ora prima, alle 16:30, saranno disponibili i nuovi dati settimanali sulle scorte di greggio. Dopo essere scivolato ieri ai minimi di sei mesi, il petrolio e’ in lieve recupero in mattinata, am ancora sotto la soglia dei $64. Nelle contrattazioni elettroniche, i futures con scadenza ottobre segnano un rialzo di 16 centesimi a $63.92.

Tra le notizie societarie, in evidenza l’atteso annuncio di Ford Motor relativo ad un consistente piano di ristrutturazione del gruppo, mirato alla riduzione dei costi, in una misura pari a circa il 30%. Nel comparto finanziario, dopo i buoni risultati trimestrali di Goldman Sachs, non ha deluso le attese la rivale Lehman Brothers, che ha riportato un EPS di 8 centesimi superiore al consensus. Bear Stearns e Morgan Stanley riporteranno i risultati anche in settimana.

Nel settore farmaceutico, Pfizer potrebbe beneficiare della decisione di un tribunale olandese che vietera’ la commercializzazione di un farmaco simile al Lipitor da parte della concorrenza almeno fino al 2011. Sotto pressione, invece, Merck. Gli ultimi studi hanno dimostrato che il Vioxx provoca danni all’apparato renale dei pazienti.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ stabile nei confronti del dollaro a quota $1.2686. L’oro e’ in rialzo di $3.00 a $597.30 l’oncia. In progresso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.74%.