WALL STREET PREMIA TITOLI DI QUALITA’, DOW +1,39%

12 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A poco meno di due ore dalla chiusura delle contrattazioni a Wall Street, il mercato sta puntando soprattutto sui titoli di qualita’, con un occhio di riguardo alle blue chip.

Ancora in negativo il Nasdaq, nonostante le buone performance del comparto dei titoli biotecnologici, dopo la pubblicazioni dei risultati del ‘progetto genoma’.

Bene invece l’indice S&P 500, che sfrutta la scia del Dow Jones e guadagna quasi l’1%.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Tra i titoli del Dow Jones si sta facendo notare particolarmente c’e’ Johnson & Johnson (JNJ – Nyse), che guadagna il 3%, dopo che Banc of America ne ha alzato il rating a ‘strong buy’.

L’occhio e l’orecchio degli investitori sono gia’ in parte puntati sull’intervento di Alan Greenspan al Senato, in programma per le 10 di domani mattina (le 16 in Italia).

Da Greenspan non ci si aspetta segnali su ulteriori tagli dei tassi d’interesse, dato che non e’ costume del navigato banchiere far trapelare le sue mosse future. Quello che ci si aspetta da lui e’ un segnale che chiarisca se la crisi in cui si trova ora l’economia statunitense durera’ per tutto il 2001 o se finira’ tra pochi mesi.

Come spiega Mark Vitner, della banca d’affari First Union, ‘se la Federal Reserve Bank si attende un rimbalzo nella seconda meta’ dell’anno, allora maggio potrebbe essere l’ultimo mese di sofferenza’.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il setore delle telecomunicazioni a lunga distanza, grande distribuzione, assicurazioni sanitarie private, auto, assicuraioni sulla vita, semiconduttori.

Segno meno invece per il settore petrolifero, alluminio, prodotti per la casa, cartario, calzaturiero, sistemi informatici.