WALL STREET POSITIVA MA SENZA ENTUSIASMO

8 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street ha ingranato la marcia ed entra in territorio positivo appena mezz’ora dopo l’apertura delle contrattazioni.

Non pesa il dato negativo sugli ordini alle frabbriche in novembre, perche’ e’ un numero troppo vecchio, che non riflette la situazione corrente.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Sul fronte macroeconomico:

Gli ordini alle frabbriche sono scesi del 3,3% in novembre mentre gli analisti stimavano un calo del 2,6%. A ottobre erano saliti del 7,1%.

Sul fronte delle stime sugli utili:

Il gigante media e Internet Aol Time Warner (AOL – Nyse) durante la conferenza con gli analisti lunedi’ sera ha dichiarato che nel primo trimestre contabilizzera’ oneri straordinari per $40-$60 miliardi per un cambio della contabilizzazione dell’ammortamento e che fatturato e utili saranno ‘essenzialmente piatti’.

Il produttore di computer Gateway (GTW – Nyse) ha annunciato che le vendite del quarto trimestre saranno al di sotto delle previsioni degli analisti. Il gruppo ha dichiarato comunque che nel quarto trimestre tornera’ alla profittabilita’, anche se non ha annunciato una stima precisa sugli utili.

Il produttore di semiconduttori programmabili, Altera (ALTR – Nasdaq) ha dichiarato che il fatturato del quarto trimestre calera’ meno del previsto. Il gruppo ha infatti annunciato che le vendite nel trimestre sono scese di circa il 7% rispetto al trimestre precedente, ma la stime iniziale era di un calo del 10%.

Il gigante dell’alluminio Alcoa (AA – Nyse) ha registrato nel quarto trimestre del 2001 una perdita netta di $142 milioni, pari a 17 centesimi per azione. Escludendo oneri straordinari dovuti a ristrutturazione, la societa’ avrebbe segnato un utile di $99 milioni, pari a 11 centesimi per azione. Le stime di Wall Street (Thomson Financial/First Call) si attestavano a 10 centesimi per azione.

Sul fronte dei rating delle banche:

A pesare sul listino tecnologico sono in particolare i giudizi negativi delle banche d’affari che hanno colpito Verisign (VRSN – Nasdaq), abbassata a ‘Buy’ da Merrill Lynch, e Qualcomm (QCOM – Nasdaq), affondata dal giudizio negativo di ABN Amro.

La societa’ di prodotti e servizi di telefonia mobile Qualcomm (QCOM – Nasdaq) ha accusato il colpo dopo che la banca d’affari ABN Amro, in linea con i giudizi di Merrill Lynch sul settore wireless, ne ha abbassato il giudizio, passando da ‘Buy’ ad ‘Add’ a causa della debolezza del comparto e del conseguente calo sia degli abbonamenti che delle consegne di cellulari.

Verisign (VRSN – Nasdaq), la societa’ che vende domini Internet e che si e’ aggiudicata l’esclusiva mondiale sui diritti di registrazione del dominio web “.tv”, sborsando $45 milioni in contanti, soffre dopo che la banca d’affari Merrill Lynch ne ha abbassato il giudizio da ‘Strong buy’ a ‘Buy’ sulle crescenti preoccupazioni che il gruppo possa effettivamente mantenere una crescita del 35%-40%.

Per avere piu’ dettagli sui TITOLI CALDI che stanno movimentando la sessione odierna clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!