WALL STREET POSITIVA, ALLUNGO IN AVVIO

21 Dicembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta in positivo per gli indici americani. La settimana appena apertasi dovrebbe rivelarsi non particolarmente attiva sugli investimenti, solitamente nell’ultimo periodo dell’anno gli operatori preferiscono non correre rischi. Dall’inizio dell 2009 l’indice S&P500 ha guadagnato il 22% circa.

L’ottimismo iniziale trova radici nel miglioramento dello scenario macroeconomico. “Sebbene si respiri ancora una certa aria di preoccupazione, l’azionario sta continuando a beneficiare del miglioramento dei fondamentali e della politica accomodante della Banca Centrale” hanno scritto questa mattina gli strategist di JP Morgan Chase.

Per gli analisti di Bank of America invece, i consumatori americani si stanno comportando meglio del previsto, nonostante l’ancora difficile condizione del mercato del lavoro e il limitato accesso al credito. “Le famiglie hanno subito un duro colpo, ma sono sempre pronte a rispondere di fronte alle numerose offerte delle aziende retail”.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Sul fronte societario, General Electric potrebbe occupare la scena fin dalle prime ore dopo essersi aggiudicata un contratto per la fornitura dei motori ad una delle maggiori compagnie aeree commerciali cinesi. Duke Energy e’ in trattative con la cinese State Grid per l’installazione di linee di trasmissione energetica in diverse areee degli Stati Uniti, stando a un articolo pubblicato dal Wall Street Journal.

Nel comparto hi-tech, il colosso dei cellulari Nokia potrebbe risentire del taglio del rating sul credito da A ad A- ricevuto in mattinata. Bucyrus International ha annunciato che rilevera’ l’unita’ mineraria di Terex per $1.3 miliardi. Sanofi-Avenits, societa’ farmaceutica francese, ha confermato che acquistera’ Chattern per un valore di $1.9 miliardi in cash.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in lieve progresso il greggio. I futures con consegna gennaio avanzano di $0.21 a $73.57 al barile. Sul valutario, guadagna terreno l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.4343. In progresso l’oro a $1115.50 l’oncia (+$4.50).