Wall Street, piovono Buy

13 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Partenza positiva per Wall Street, che si muove cosi’ in linea a quanto indicato dai futures e dall’andamento dei listini europei.

L’esito, nel weekend, del comitato di Basilea e dati macro in arrivo dalla Cina. Questi i fattori che nella giornata odierna sostengono i listini azionari e i futures Usa che, a mezz’ora dall’avvio delle contrattazioni, (vedi quotazioni a fondo pagina), viaggian ben sopra la parita’.

Sul primo fronte l’accordo di Basilea – che è stato raggiunto dai governatori delle banche centrali di 27 paesi, prevede un innalzamento degli indici di patrimonio Tier1 minimo dal 2 al 4,5% e un ulteriore cuscinetto (buffer) eventuale, in caso di necessità del 2,5% per arrivare così a una soglia del 7%. Fortunatamente per gli istituti finanziari, però, l’accordo è stato magnanimo nei suoi tempi di esecuzione: la sua entrata in vigore sarà infatti graduale, e partirà dal gennaio del 2013 per arrivare alla piena attuazione nel 2019.

Il numero uno della Bce Trichet ha cosi’ commentato la decisione di ieri: “Quella di ieri e’ stata una decisione molto importante, che comporta un rafforzamento fondamentale del sistema bancario e che contribuira’ a determinare una maggiore stabilita’ di lungo periodo. Soprattutto abbiamo eliminato quello che e’ uno dei piu’ grandi nemici in questa fase di ripresa dopo lo shock della crisi, e cioe’ l’incertezza”.

Il governatore di Bankitalia Mario Draghi ha spiegato che “le banche italiane complessivamente sono solide e hanno requisiti patrimoniali superiore ai minimi, nella media internazionale e a volte anche meglio” grazie a “un modello di business piu’ tradizionale”, motivo per cui dovranno percio’ “dedurre meno” oltre a non aver ricevuto nella “maggior parte dei casi fondi pubblici”.

Wall Street sembra dunque destinata a proseguire la corsa che la vede protagonista da inizio mese in una giornata, quella odierna, priva di dati macro, fatta eccezione per il Budget del Tesoro.

Sul fronte societario, torna d’attualita’ l’M&A. HP continua nella sua strategia di acquisizioni: ha offerto $1.5 miliardi in contanti per ArcSight, societa’ di cyber-security. La mossa valuta il gruppo $43.50 per azione contro la chiusura di venerdi’ a $35.10.

Hertz Global ha rivisto la propria offerta per il gruppo di noleggio auto Dollar Thrifty Automotive a $50, per un totale di $1.56 miliardi.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures sul petrolio con consegna ottobre guadagnano l’1.06% a $77.26 il barile. Il derivato con scadenza settembre dell’oro segna -0.14% a $1244.70 l’oncia. Sul fronte valutario l’euro avanza dell’1.21% a quota $1.2833. Quanto ai Treasury, il rendimento del decennale si attesta al 2.8050 dal 2.795% di venerdi’.