WALL STREET: PAULSON SPINGE GIU’ I LISTINI

12 Novembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici azionari continuano a cedere terreno ed a meta’ giornata trattano in netto ribasso. Le vendite si sono intensificate subito dopo l’annuncio del Segretario al Tesoro Usa Henry Paulson relativo alla modifica del piano di salvataggio da $700 miliardi che non consentira’ piu’ l’acquisto degli asset “tossici” delle banche come invece annunciato in precedenza. A fare da volano alle vendite e’ stato anche il profit warning di Best Buy. Nel comparto energetico prosegue lo scivolone del greggio, sceso sotto i $57 al barile.

Paulson ha annunciato che il governo americano iniettera’ capitali nelle banche in difficolta’ in cambio di azioni privilegiate e non come illustrato in precedenza rilevando gli asset “illiquidi” che gravano sulle condizioni finanziarie degli istituti. Chiaramente tale cambiamento sta avendo un effetto negativo sull’umore degli investitori, che speravano in un maggiore impegno delle autorita’ nella promozione di un sistema economico piu’ stabile.

Intanto cresce il numero delle aziende in difficolta’, in attesa di aiuti governativi che possano permettere il superamento della crisi. Il Wall Street Journal riporta che American Express ha effettuato una richiesta di prestito per $3.5 miliardi al governo americano. Hypo Real Estate ha gia’ raggiunto un accordo con il governo tedesco per l’iniezione di nuovi capitali per un valore di $50 miliardi di euro.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Proseguono i guai per gli istituti finanziari. Prudential Financial e’ stata costretta a ridurre del 50% il pagamento del dividendo trimestrale; un’altra societa’ assicurativa, Swiss Life, ha tagliato le stime sugli utili e sospeso il piano di riacquisto di azioni proprie. Tra le societa’ che hanno diffuso la trimestrale in mattinata, la catena retail Macy’s ha riportato una perdita inferiore alle attese; male invece la societa’ cinese produttrice di pannelli fotovoltaici Ja Solar il cui titolo arretra del 20%. Dopo la chiusura saranno le aziende hi-tech Applied Material e Computer Sciences a comunciare gli ultimi numeri fiscali.

Spunti positivi nel comparto dell’auto. I leader democratici hanno iniziato ad esprimere pareri favorevoli sull’utilizzo di parte dei fondi del piano per rilanciare il comparto, messo in ginocchio dal calo delle vendite. General Motors, il cui titolo era piombato ai minimi di oltre 60 anni nella seduta di ieri, si muove in rialzo dell’8%, risultando l’unico componente del Dow Jones in territorio positivo.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Automobile Manufacturers +6.45%, Independent Power Producers and Energy Traders +1.24%, Construction Materials +1.05%, Agricultural Products +.415, & Home Furnishings Retail +.34%. Tra i piu’ forti ribassi: Industrial REITs -34.06%, Real Estate Services -13.91%, Tires & Rubber -11.19%, Broadcasting -11.10%, & Home Entertainment -11.07%.

Alle 12.30 EDT il volume di scambio e’ di 498 milioni di pezzi al NYSE e 818 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 367 a 2525 al Nyse e 542 a 2139 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 1 a 356 al NYSE e 1 a 394 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI