WALL STREET: PARTENZA NEGATIVA PER GLI INDICI USA

28 Aprile 2004, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta negativo per i listini americani, condizionati da alcune notizie deludenti sul fronte degli utili e dalle preoccupazioni degli operatori sui tassi d’interesse. Il Dow Jones perde lo 0.72% a 10402 e il Nasdaq lo 0.35% a 2013.

Mentre la stagione degli utili, finora migliore delle attese, si avvia nella sua fase conclusiva, in generale sui mercati pesa l’assenza di nuovi catalizzatori in grado di alimentare le decisioni di acquisto.

Le trimestrali deludenti riportate dai colossi europei Siemens e Unilever hanno quindi fornito una ragione per limitare i rischi. Cresce inoltre l’attesa per il dato, in calendario domani, sul prodotto interno lordo. Per il primo trimestre gli economisti si aspettano in media un a crescita del 5%.

Il rapporto diffondera’ maggiore chiarezza sugli effettivi progressi della ripresa americana, sull’andamento dell’inflazione e sulle eventuali manovre della Federal Reserve.

Notizie positive sui risultati di bilancio sono tuttavia arrivate nell’after hour di martedi’dal colosso fast food McDonald’s, e in mattinata da Boeing e Comcast. Quest’ultima, in particolare, ha catturato l’attenzione del mercato: l’azienda ha riportato utili migliori delle attese, ha ritirato l’offerta di takeover di Disney e ha annunciato un paino di buyback per $1 miliardo.

Tra i titoli in netto calo nelle prime battute di scambi a Wall Street, da segnalare Nortel. La societa’ di infrastrutture network, sotto investigazione per irregolarita’ contabili, ha annunciato di aver licenziato tre dirigenti del gruppo.