Società

WALL STREET PARTE MALE, PREOCCUPA OUTLOOK UTILI

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Gli indici americani hanno iniziato la sessione in rosso, a causa dei timori sull’outlook dei profitti aziendali in seguito alla deludente trimestrale di Alcoa e al profit warning di Lucent Technologies. In avvio il Dow Jones perde lo 0.24% a 11076, l’S&P500 lo 0.15% a 1265, il Nasdaq e’ in ribasso dello 0.42% a quota 2108.

Nell’after hour di lunedi’, Alcoa, il colosso dell’alluminio numero 1 al mondo, ha diffuso risultati rivelatisi inferiori alle attese degli analisti. Il titolo e’ in ribasso di oltre quattro punti percentuali. Con la comunicazione da parte della societa’ si e’ entrati ufficialmente nel vivo della stagione degli utili per cui gli analisti stimano ancora una crescita dei profitti pari al 12% circa per le societa’ facenti parti dell’S&P500.

Ad aggravare la situazione in mattinata e’ il profit warning di Lucent, societa’ di infrastrutture telecom, che si attende un calo degli utili trimestrali come conseguenza di un rallentamento delle vendite in Nord America.

A subire pressioni in giornata potrebbe essere anche il colosso media Time Warner, sulla scia della notizia apparsa sul Wall Street Journal secondo cui la divisione Internet AOL potrebbe registrare una perdita di circa $1 miliardo sui profitti operativi da qui al 2009.

L’avvio della stagione degli utili rappresenta sempre un momento particolare per gli investitori, attenti a cogliere qualsiasi segnale di rallentamento della spesa aziendale e degli investimenti. Gli allarmi lanciati fino a questo momento da alcune societa’ non giovano al sentiment degli operatori, gia’ turbati dal continuo aumento del costo del denaro e dall’elevato prezzo del greggio.

A tal proposito, in apertura il petrolio si e’ riportato sulla soglia dei $74 al barile sulla scia delle dichiarazioni del presidente iraniano, ancora intenzionato a proseguire il programma sull’arricchimento dell’uranio. Al momento i futures con scadenza agosto segnano un progresso di 39 centesimi. Non sono attesi dati macroeconomici di rilievo.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in leggero rialzo rispetto al dollaro a quota $1.2749. L’oro guadagna $6.80 a $632.90 l’oncia. In progresso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 5.108%.