WALL STREET PAGA L’ECCESSIVO ENTUSIASMO

3 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street paga una serie consecutiva di rialzi giudicati alla fine eccessivi dal mercato.

Il trend odierno e’ infatti caratterizzato da un recupero delle posizioni ricoperte nell’arco della settimana, quando si pensava che l’incubo della recessione fosse oramai lontano.

E invece con il dato di martedi’ relativo agli ordini d’acquisto di aprile (NAPM), e quello odierno di un eccezionale incremento dei sussidi di disoccupazione, il quadro economico presenta ancora qualche punto oscuro.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Un segnale che il timore del rallentamento economico continui a imperversare negli animi degli investitori e’ stata proprio la reazione di questi ultimi davanti a una grandezza economica, quella appunto dei sussidi di disoccupazione, solitamente snobbata da Wall Steet.

“Il mercato del lavoro continua a indebolirsi – ha dichiarato Ryan Brecht di Standard’s & Poor MMS – un fenomeno che se continuera’, provochera’ indubbi riflessi sui consumi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, Basu Mullick di Neuberger Berman Partners Trust: “il mercato sta anticipando la ripresa economica, cio’ significa che molti investitori rimarranno delusi nel breve termine in quanto il rallentamento dell’economia produrra’ ancora effetti sui bilanci delle societa’”.

L’incertezza sull’andamento dell’economia ha, inoltre, accentuato le prese di beneficio che molti operatori gia’ si attendevano dopo i rialzi troppo accentuati dei giorni scorsi.

“Il problema e’ che in questi giorni abbiamo assistito a rialzi eccessivi se messi in relazione alle reali prospettive di crescita delle societa’”, ha spiegato Robert Dickey, technical strategist di Dain Rauscher.

“Guardando a Nortel e a Cisco e a societa’ di quel calibro, c’e’ ancora incertezza sulla loro crescita sul lungo termine. Il che rende assurdi i livelli delle loro quotazioni”, ha aggiunto Basu Mullick.

Piu’ moderato, invece, il commento di Micheal Sheldon chief Strategist di Spencer Clarck: “Considerando il mini rally del tabellone elettronico in un periodo di tempo molto corto, e’ molto probabile che assisteremo nei prossimi giorni a un forte ridimensionamento dei rialzi”.

“Cio’ – conclude Sheldon – sarebbe dovuto al fatto che molti investitori stanno ora iniziando a digerire i bilanci diffusi”.