WALL STREET: OPERATORI CAUTI IN ATTESA DEL FOMC

28 Marzo 2006, di Redazione Wall Street Italia

Avvio piatto per gli indici Usa, su cui prevale un atteggiamento attendista da parte degli operatori per via della riunione della Fed sui tassi d’interesse. Il Dow Jones e’ in ribasso dello 0.07% a 11242, l’S&P500 dello 0.07% a 13000, il Nasdaq avanza dello 0.06% a 2316.

L’attenzione degli operatori e’ interamente puntata sulla riunione della Federal Reserve relativa alla decisione sui tassi d’interesse. Sebbene sia ampiamente scontato un rialzo del costo del denaro dello 0.25% al 4.75%, e’ grande l’attesa per eventuali segnali che possano indicare l’atteggiamento della Banca Centrale sulle future mosse.

Con elevate probabibilita’, il mercato generale si muovera’ sulla linea di parita’ fino al primo pomeriggio: alle 14:15 locali (21:15 ora italiana) sara’ comunicata la decisione sui fed funds accompagnata dal solito comunicato che descrive i motivi dell’azione.

Se emergeranno spiragli di un prossimo stop al ciclo rialzista, e’ molto probabile che il mercato azionario registri un balzo nelle ultime ore di scambi.

Il dato economico rilasciato in mattinata ha confermato una ripresa della fiducia dei consumatori, nel mese di marzo, salita ai migliori livelli dal maggio 2002. L’indicatore si e’ attestato a quota 107.2 punti dai precedenti 102.7.

Sul fronte societario, luci accese sul colosso dell’auto General Motors. L’azienda di Detroit ha previsto un’ulteriore perdita della quota di mercato e maggiori difficolta’ operazionali per l’intero 2006. Annunciato un nuovo taglio alla forza lavoro.

Tra le societa’ che hanno comunicato i risultati trimestrali, il colosso dei gioielli e oggetti preziosi, Tiffany’s, ha riportato utili di tre centesimi superiori al consensus ed ha emesso un outlook in linea con le stime. Il titolo, pero’, e’ in calo nella prima ora di scambi ed in questo momento cede poco piu’ dell’1%.

Bene invece Lennar, che ha riportato un incremento degli utili del 35% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il titolo guadagna lo 0.90%.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, continua ad avanzare il petrolio. I contratti futures con consegna maggio segnano un progresso di 68 centesimi a quota $64.84. In rialzo flessione l’oro. Al momento il futures con scadenza aprile e’ in progresso di $0.90 a $568.30 all’oncia. Sul valutario, l’euro e’ in recupero sul dollaro a quota $1.2071. In calo, infine, i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.731%.