WALL STREET: ONDATA DI VENDITE SULLE BLUE CHIP

10 Marzo 2003, di Redazione Wall Street Italia

Continua la corsa al ribasso di Wall Street. I venti di guerra e alcune notizie societarie pesano sugli indici.

D’altronde mancano pochi giorni alla data in cui si presume l’attacco verra’ sferrato, ossia al 17 marzo.

Ricordiamo che proprio tre anni fa il Nasdaq faceva registrare il massimo storico, a 5.048,6 punti. Da allora l’indice hi-tech e’ sceso di oltre il 74%.

Sulla scia delle tensioni internazionali cresce nuovamente il petrolio, che arriva a testare il valore piu’ alto degli ultimi trenta mesi .

Pesa sugli indici Usa anche la decisione degli economisti intervistati dal sondaggio Blue Chip Economic Indicators di rivedere al ribasso le stime sulla crescita del Pil Usa del 2003 dal 2,7% al 2,6%. Continua la debolezza del dollaro, che testa i nuovi minimi contro l’euro.

SUL FRONTE SOCIETARIO

►Tra le notizie societarie, cede il titolo infrastrutture wireless Nextel Communications (NXTL – Nasdaq ), il cui rating e’ stato sforbiciato a “sector perform” da RBC Capital. La banca d’affari ha anche ridotto il target sul prezzo dell’azione.

►Notizie positive per la societa’ del guru della finanza Warren Buffett, ossia per Berkshire Hathaway (BRKA – Nasdaq ). Nel 2002 la holding ha messo a segno il piu’ alto profitto mai realizzato su base annuale.

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.