Wall Street, noto investitore ammette l’errore: “mercati in fase ribassista”

7 Gennaio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Dennis Gartman, uno dei consulenti finanziari e investitori più influenti di Wall Street, cambia idea sui mercati e torna ad essere pessimista. In un’intervista di oggi alla Cnb, Gartman ha detto che il mercato e’ entrato nella sua fase bearish.

I segnali ci sono tutti. A cominciare dalla tempesta che sta colpendo il mercato azionario cinese, ma anche l’inarrestabile discesa delle quotazioni del petrolio. Questi sono tutti segni che, secondo Gartman, lascia intendere che le Borse mondiali hanno esaurito la spinta al rialzo. Senza contare che, in questo contesto, la Fed dovrebbe (a detta di molti osservatori) alzare i tassi di interesse fino a 4 volte.

Da ora in poi, dunque, il consiglio è stare corti sulle azioni (ovvero andare ‘short’).

Lo scorso ottobre, Gartman aveva modificato la propria view sui mercati, dicendosi positivo sul futuro delle Borse. Ma ora ammette l’errore. “Cambiare idea in ottobre e’ stata una pessima idea. Ho sbagliato, ma ora è il momento di tornare a essere ribassista.”

I commenti di Gartman arrivano in una giornata decisamente difficile per i mercati e in particolare per l’azionario mondiale, complice il nuovo crollo di Shanghai dove intorno alle ore 14 italiane, sono scattate, per la seconda volta in una settimana, il blocco automatico delle contrattazioni . E così mentre Shanghai lasciava sul parterre il 7% e Shenzen crollava dell’8,5%, gli scambi sono stati immediatamente fermati.