WALL STREET: NON REGGE L’EFFETTO BERNANKE

15 Febbraio 2006, di Redazione Wall Street Italia

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta in lettera, in attesa dell’inizio della testimonianza di Bernanke. Il Governatore ha lasciato intendere che il 28 marzo potrebbe esserci un nuovo rialzo dei tassi. Merrill Lynch (MER) e BlackRock (BLK) hanno confermato la notizia della loro fusione. Infine, il prezzo del greggio e’ ai minimi della sessione, a $59.05 al barile.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in rialzo di 3 punti a 11031 il Nasdaq e’ in denaro di 6 a 2267 e l’S&P500 e’ invariato a 1276.
Positive le performances dei settori metalli, vetro e pubblicita’.

L’indice VIX si trova al livello di 12.60. L’indice “advance/decline” sta facendo segnare una lettura di +400. I volumi sul NYSE sono di 734 milioni di titoli scambiati.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, HON, FILE e SSTI si trovano in rialzo dello 0.3%, mentre ZL sta guadagnando quasi il 2%

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Questa sera dopo la chiusura, le societa’ di Applied Materials (AMAT), Denny’s (DENN), Expedia (EXPE) e Hewlett-Packard (HPQ), fra le altre, pubblicheranno i risultati trimestrali.

Domani mattina, saranno pubblicati i dati macro sui prezzi import/export, sulle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione, sui permessi di costruzione e sull’indice della Fed di Philadelphia.

POSIZIONI RIALZISTE:

HON (APERTA IL 21/12 A $38.00; ATTUALE $40.66; PERF. +7.0%)

LSCC (APERTA IL 29/12 A $4.36; CHIUSA IL 25/1 A $4.94; PERF. +13.30%)

RFMD (APERTA IL 29/12 A $5.58; CHIUSA IL 25/1 A $7.33; PERF. +31.86%)

SSTI (APERTA IL 29/12 A $5.16; ATTUALE $4.79; PERF. –7.17%)

ZL (APERTA IL 29/12 A $2.02; ATTUALE $2.17; PERF. +7.43%)

NASI (APERTA IL 29/12 A $2.0; CHIUSA IL 8/2 A $2.60; PERF. +30.0%)

FILE (APERTA IL 25/1 A $27.35; ATTUALE $27.35; PERF 0%)