WALL STREET NON PAGA A FERRAGOSTO

15 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Al termine delle contrattazioni sulla piazza di New York, l’indice Dow Jones lascia sul terreno oltre 100 punti, schiacciando in rosso tutti gli altri indicatori, a eccezione del Nasdaq che strappa un rialzo frazionale.

Il Nasdaq ha chiuso a 3.851,69 (+0,05%), il Dow Jones ha chiuso a 11.067,00 (-0,98%), l’ S&P 500 a 1.484,43 (-0,48%) e il Russell 2000 a 514,48 (+0,83%).

Dopo il rally di ieri, le perdite sulle Blue Chip erano gia’ state messe in conto dagli operatori, che considerano la settimana interlocutoria.

Il prossimo 22 agosto infatti la Federal Reserve decidera’ sul costo del denaro e, pur essendo scontata la prospettiva di tassi invariati al 6,5%, le borse sono destinate a oscillare senza prendere una direzione precisa.

Il dato economico sulla produzione industriale degli Stati Uniti, cresciuta in luglio dello 0,4%, in linea con le aspettative di Wall Street, non ha condizionato gli investitori.

Attesa invece per il dato sull’inflazione in luglio, in calendario per domattina, prima dell’apertura dei mercati.

Basso il volume di scambi, come caratteristico del periodo estivo.

Sui listini in generale mostrano tendenza al rialzo microprocessori, software, media, tabacco, e petrolio.

Segno meno per distribuzione, biotecnologie, trasporto aereo, servizi di brokeraggio, assicurazioni e auto.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi a Wall Street:

Nel settore delle telecomunicazioni, Nippon Telegraph & Telephone (NTT), il colosso telefonico giapponese, e’ riuscito a strappare l’assenso del governo americano per l’acquisizione di Verio (VRIO), una societa’ di servizi Internet, per cui ha offerto $5,5 miliardi. Il titolo NTT ha perso il 2,5%, mentre il titolo Verio ha guadagnato quasi lo 0,5%.
(Vedi Tlc: semaforo verde, Verio passa ai giapponesi)

Nel settore informatico, IBM (IBM) ha annunciato la commercializzazione di alcuni modelli di computer con preinstallato il sistema operativo Linux nella versione prodotta da Red Hat (RHAT). Analoga decisione e’ stata anticipata da Compaq (CPQ), che mettera’ a diposizione la piattaforma Linux anche per le sue macchine equipaggiate con microprocessori Alpha a 64 bit. Il titolo IBM ha perso piu’ dell’ 1%, mentre il titolo Red Hat ha guadagnato quasi il 9,5% e il titolo Compaq ha perso poco piu’ dell’ 1%.
(Vedi Computer: Ibm e Compaq ampliano offerta linux)

Nel settore dei prodotti di largo consumo, J.C. Penney (JCP) ha chiuso il secondo trimestre con utili di un centesimo per azione, un centesimo sopra le aspettative ma in calo del 90% rispetto ai 40 centesimi dello stesso periodo dello scorso anno. Il titolo ha perso piu’ del 10%.
(Vedi Aziende: tutti i risultati del trimestre)

Nel settore dele vendite al dettaglio, Lowe’s (LOW) ha chiuso il trimestre con utili di 73 centesimi per azione, in linea con le aspettative del mercato. Il titolo ha perso l’ 1%.
(Vedi Aziende: tutti i risultati del trimestre)

Nel settore dell’abbigliamento, J.P. Morgan ha iniziato a occuparsi di Gap (GPS), attribuendogli un rating di “Buy” e un target sul prezzo a 18 mesi di $42. La banca d’affari ritiene che la seconda catena di abbigliamento degli Stati Uniti ha buone probabilita’ di invertire la recente tendenza negativa e passare a un periodo di guadagni. Il titolo Gap ha chiuso la giornata di contrattazioni con un rialzo di quasi l’ 1%.

Nel settore delle telecomunicazioni, Motorola (MOT) ha strappato ad AT&T (T) un accordo per la fornitura di servizi di televisione interattiva fino al 2003. Il titolo Motorola ha invertito la tendenza e ha chiuso la giornata di contrattazioni con un rialzo di poco inferiore allo 0,5%, mentre il titolo AT&T ha guadagnato piu’ dell’ 1%.

Nel settore Internet, il portale Lycos (LCOS), in procinto di fondersi con Terra Networks (TRRA) pubblichera’ i dati di bilancio oggi alla chiusura dei mercati. Il titolo Lycos ha perso quasi l’ 1%, mentre il titolo Terra ha perso quasi l’ 1,5%.

Nel settore aereospaziale, Boeing Co. (BA) si e’ aggiudicata la divisione Jeppesen Sanderson di Tribune Co. (TRB) per $1,5 miliardi. Il titolo Boeing ha perso il 4%, mentre il titolo Tribune ha guadagnato quasi l’ 1%.
(Vedi Aerei: Boeing si compra le mappe di volo)

Nel settore finanziario, Citigroup (C) intende lanciare un’offerta di $1,42 miliardi di samurai bond per approfittare del basso tasso d’interessi giapponese. Il titolo Citigroup ha chiuso praticamente invariato la giornata di contrattazioni.
(Vedi Banche: Citigroup si butta sui samurai bond )

Nel settore alberghiero, Cendant (CD) il principale franchiser di hotel al mondo – con catene quali Ramada, Days Inn e Howard Johnson – ha proposto l’acquisto di tutte le azioni non esercitate della societa’ di autonoleggio Avis (AVI) per $750 milioni. Il titolo Cedant ha perso quasi il 2%, mentre il titolo Avis ha guadagnato piu’ del 19%.
(Vedi Cendant aumenta la partecipazione in Avis)

Nel settore dei semiconduttori, Transmeta Corp., una societa’ a capitale privato, e’ stata scelta da Sony (SNE) per fornire i processori della nuova versione di computer Vaio CI, battendo il gigante informatico Intel (INTC). Il nuovo chip, sviluppato in collaborazione con IBM (IBM), e’ stato scelto per il basso consumo energetico. Il titolo Sony ha guadagnato quasi il 2,5%, mentre il titolo Intel ha guadagnato quasi l’ 1,5% e il titolo IBM ha perso quasi l’ 1%.
(Vedi Computer: Sony volta le spalle a Intel)

Nel settore del trasporto aereo, British Airways (BAB) ha deciso di cancellare i suoi voli del Concorde dopo aver saputo che l’Ente britannico per la sicurezza aerea ha intenzione di sospendere la certificazione di sicurezza del veicolo. Il titolo British Airways ha chiuso la giornata di contrattazioni con una perdita di poco inferiore allo 0,5%.

Nel settore delle telecomunicazioni, Nortel Networks (NT) ha annunciato di essere in fase avanzata di trattative per l’acquisizione di Sonoma Systems per $540 milioni, da perfezionarsi attraverso uno scambio azionario. Il titolo Nortel ha guadagnato piu’ dell’ 1%.
(Vedi Tlc: Nortel offre $540 Mln per Sonoma)

Nel settore Internet, Lastminute.com (LMIN), la societa’ denominata dagli analisti ‘la peggiore IPO europea del primo trimestre 2000’, ha fatto la sua prima acquisizione pagando 97,2 milioni di euro per il commerciante online Degriftour e il mercato sembra approvare. Il titolo Lastminute ha guadagnato il 6,5%.
(Vedi Internet: Lastminute.com si espande in Francia)





Ecco di seguito la lista dei 10 titoli al <b>New York Stock<br> Exchange</b> <i>(dati non ufficiali di chiusura)</i> con<br> rispettiv

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al New York Stock Exchange (dati non ufficiali di chiusura) con
rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure
definitive cliccando sul simbolo dei singoli titoli):

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

LU

Lucent Technologies

16,997,300

41.438

+0.750

+1.84%

HD

Home Depot

14,700,300

53.063

-5.938

-10.06%

KRB

MBNA

14,407,900

33.438

+0.938

+2.88%

TXN

Texas Instruments

13,386,400

65.875

+2.375

+3.74%

NOK

Nokia

12,384,700

40.000

-1.063

-2.59%

AOL

America Online

12,049,700

54.563

+1.563

+2.95%

F

Ford Motor

11,849,900

28.375

-0.625

-2.16%

T

AT&T

11,936,300

31.250

+0.250

+0.81%

CPQ

Compaq Computer

10,729,900

31.938

-0.438

-1.35%

MO

Philip Morris

9,614,900

32.375

+0.500

+1.57%

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ scambiati
al Nasdaq (dati non ufficiali di chiusura) con rispettivi volumi, prezzi
e variazioni percentuali (verificare chiusure definitive cliccando sul simbolo
dei singoli titoli):

SIMBOLO

SOCIETA’

VOLUME

PREZZO

VARIAZIONE

(in punti)

VARIAZIONE

(percentuale)

DELL

Dell Computer

44,543,300

38.188

+1.500

+4.09%

CSCO

Cisco Systems

31,494,800

63.438

-1.063

-1.65%

INTC

Intel

31,371,500

67.938

+1.000

+1.49%

WCOM

WorldCom

18,727,100

35.188

-0.313

-0.88%

MSFT

Microsoft

18,801,600

71.813

-0.375

-0.52%

SUNW

Sun Microsystems

17,608,000

117.563

+3.500

+3.07%

AMAT

Applied Materials

17,357,200

77.625

+2.813

+3.76%

ATML

Atmel

14,205,500

32.063

+2.750

+9.38%

ORCL

Oracle

13,863,600

81.813

-0.563

-0.68%

NTAP

Network Appliance

12,336,300

84.813

-5.938

-6.54%