WALL STREET NON CONSERVA I GUADAGNI E VA GIU’

9 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta in denaro. Il prezzo del greggio e’ in lettera del 3%, al di sotto dei $55 al barile. Apple Computer ([[AAPL]]) ha annunciato di presentare i nuovi prodotti alla MacWorld Expo. Sono state abbassate le stime di Sprint Nextel ([[S]]), mentre Celgene ha annunciato che i target di profitto e vendite per il 2007 non saranno raggiunti.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in lettera di 37 punti a 12386, il Nasdaq e’ in ribasso di 5 punti a 2432 e l’S&P500 perde 4 punti a 1407.
L’indice VIX e’ al livello di 12.53.
Lindice “advance/decline” sta facendo registrare una lettura di -600.
Negativi i settori servizi per la telecomunicazione mobile, raffinerie e prodotti agricoli; in rialzo invece semiconduttori e prodotti personali.
I volumi sul NYSE sono di 806 milioni di titoli scambiati.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, [[BBY]] e’ anche oggi in ribasso dell’1% circa.

Hai gia’ provato le quotazioni in tempo reale e il book a 15 livelli del NASDAQ? Scopri le eccezionali performance di questo tool, vai su INSIDER.

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Domani mattina, saranno pubblicati i dati macro sulla bilancia commerciale e sulle scorte di greggio.

POSIZIONI RIALZISTE:

[[SSTI]] (APERTA IL 29/12 A $5.16; CHIUSA IL 20/7 A $3.90; PERF. –24.14%)

[[FILE]] (APERTA IL 25/1 A $27.35; CHIUSA IL 26/7 A $31.60; PERF +15.54%)

[[BBY]] (APERTA IL 28/7 A $44.95; ATTULE $46.53; PERF +3.52%)

[[PDS]] (APERTA IL 19/9 A $32.70; CHIUSA IL 31/10 A $28.60; PERF -12.54%)

BORSA: WALL STREET DEBOLE CON PETROLIFERI, BENE APPLE

Indici deboli a Wall Street in una seduta condizionata dalla frenata dei prezzi petroliferi e dalle notizie societarie. Dopo un avvio in cauto rialzo, gli indici sono scivolati in territorio negativo – segnando comunque perdite contenute – trainati dai ribassi dei titoli petroliferi.

La discesa delle quotazioni del greggio, che hanno rivisto i minimi dal 2005 tornando fin sotto i 54 dollari al barile, ha messo sotto pressione l’intero comparto con l’indice dello S&P 500 del settore energia che ha evidenziato un calo dell’1,6% avviandosi a testare i valori minimi da oltre due mesi. Dall’inizio di gennaio si è già avuto un calo del 6,4% che rappresenta la peggiore performance tra i dieci gruppi di aziende del listino. Più in dettaglio, Chevron perde l’1,58% a 70,32 dollari ed Exxon Mobil arretra del’1,21% a 71,77 dollari.

In luce Apple Computer che guadagna il 2,5% a 87,61 dollari dopo che il numero uno Steve Jobs ha presentato l’Ipod phone al Macworld Expo di San Francisco. Tra i titoli della grande distribuzione vanno bene Wal-Mart (+46 cents a 47,46 dollari) e Target (+93 cents a 58,28 dollari) premiati dalla prospettiva che il calo della bolletta energetica possa alimentare una ripresa dei consumi.

Da segnalare il pesante ribasso di Sprint Nextel: il terzo operatore statunitense nella telefonia mobile perde circa l’11% a 17,67 dollari scontando le deludenti stime di vendita nel 2007 annunciate ieri. In calo anche Alcoa (-12 cents a 28,36 dollari) in attesa della diffusione dei conti trimestrali stasera a borse chiuse. Il colosso dell’alluminio è la prima società del Dow Jones a comunicare i bilanci.

Attorno alle 19 ora italiana, il Dow Jones perde lo 0,23% a 12.394,49 punti, il Nasdaq composite cede lo 0,20% a 2.433,40 punti e lo S&P 500 è in calo dello 0,24% a 1.409,49 punti.