WALL STREET NON BATTE CIGLIO PER BEIGE BOOK

9 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tutti i principali indicatori di borsa non registrano variazioni significative dopo la diffusione del rapporto sullo stato dell’economia Usa curato dalle sedi distrettuali della Federal Reserve.

(verifica quotazioni indici aggiornate in tempo reale in prima pagina)

Il Beige Book fotografa una situazione di crescita sotto controllo dopo i sei interventi sui tassi da parte della Fed negli ultimi 12 mesi e – seppur con toni di grande prudenza – lascia intendere che non dovrebbero esservi ulteriori strette sul costo del denaro in vista.

Queste conclusioni erano ampliamente previste dai mercati e la seduta delle borse americane si avvia a conclusione senza sorprese: settore tecnologico in rialzo, pur dopo aver dimezzato i guadagni iniziali, grazie a bilanci trimestrali superiori alle aspettative di Cisco Systems.

Segno meno per i grandi titoli industriali che fanno un passo indietro dopo i guadagni di ieri.

Sui listini in generale avanzano petrolifero, semiconduttori, cartario, componentistica per auto e atrezzature per le telecomunicazioni.

Segno meno per distribuzione, ferroviario, assicurazioni vita e finanziari.