WALL STREET NERVOSA IN ATTESA DI BUSH E FED

14 Marzo 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta interlocutoria per i mercati americani, che si prendono una pausa di riflessione dopo lo strepitoso rally della vigilia, determinato dall’ipervenduto delle ultime settimane.

I DATI DI CHIUSURA



























































































































































































INDICI DI BORSA Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Nasdaq IXIC 1340.24 -0.04 1893.3 1108.5 29.21% 20.91%
DJIA DJIA 7859.71 0.49 10673.1 7197.49 26.36% 9.20%
S&P 500 SPX 833.26 0.16 1173.89 768.63 29.02% 8.41%
Nasdaq 100 NDX 1030.43 0.06 1523.27 795.25 32.35% 29.57%
INDICI DI SETTORE
(a)
Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi
Difesa DFX 135.37 2.57 208.15 125.9 34.97% 7.52%
Oro-Argento XAU 65.63 2.47 89.11 54.67 26.35% 20.05%
Assicurazione DJ_INS 265.46 1.88 378.95 243.59 29.95% 8.98%
Finananziario DJ_FIN 135.93 1.74 185.17 127.71 26.59% 6.44%
Software GSO 106.11 0.65 172.31 77.63 38.42% 36.69%
Energia DJ_ENE 177.38 0.50 229.71 169.06 22.78% 4.92%
Wireless YLS 51.19 0.37 73.54 31.26 30.39% 63.76%
Petrolifero OIX 239.67 0.19 337.99 232.66 29.09% 3.01%
Gas Naturale XNG 160.78 -0.11 201.14 105.53 20.07% 52.35%
Retail RLX 260.32 -0.16 345.6 243.8 24.68% 6.78%
Hardware GHA 160.11 -0.44 248.8 110.5 35.65% 44.90%
Farmaceutico DRG 282.59 -0.55 392 237.7 27.91% 18.89%
Networking NWX 141.63 -0.73 252.7 79.3 43.95% 78.60%
Biotech BTK 324.15 -0.97 543.7 275.1 40.38% 17.83%
Semiconduttori SOX 305.17 -1.68 618.4 209.4 50.65% 45.74%
Internet ECM 41.92 -2.49 55.93 29.2 25.05% 43.56%




















































































DATI
SUI MERCATI (b)
volume Nyse (*) 1528.45 VOLATILITA’/OPZIONI Valore
volume Nasdaq (*) 1583.39 Vix 36.33
volume Nasdaq 100
(*)
1279.95 Vxn 45.80
volume DJIA (*) 301.37 Index put-call ratio 1.13
titoli Nyse in
rialzo
1775 Equity put-call
ratio
0.70
titoli Nyse in
ribasso
1436 TREASURIES yield
titoli Nyse
invariati
209 scadenza a 5 anni 2.69%
titoli ai massimi-Nyse
(c)
38 scadenza a 10 anni 3.71%
titoli ai minimi-Nyse
(c)
49 scadenza a 30 anni 4.71%
titoli Nasdaq in rialzo
1497 PETROLIO prezzo/barile
titoli Nasdaq in
ribasso
1605 Future Crude $35.38
titoli Nasdaq
invariati
279 VALUTE cambio
titoli ai massimi-Nasd
(c)
44 Cambio Euro/Dollaro 1.074
titoli ai minimi-Nasd
(c)
55 Cambio Dollaro/Yen 118.29

Elaborazione dati a cura dell’Ufficio Studi di
WallStreetItalia





LEGENDA:
(a) gli indici di settore sono ordinati in
base alla performance giornaliera
(b) le quotazioni sono rilevate al momento
della chiusura dei mercati di riferimento
(16:00 – 22:00 ora
italiana)
(*) milioni di pezzi scambiati
(c) il valore si riferisce al
numero di titoli scambiati sul Nyse e sul Nasdaq
che hanno raggiunto i
nuovi massimi e minimi degli ultimi 12 mesi nella seduta odierna








































CONTRATTI FUTURE SU SADDAM HUSSEIN
Scadenza Chiusura Variaz % Volumi
31 MARZO 2003 29 +7 39500
30 APRILE 2003 80 +9 10500
31 MAGGIO 2003 84 +6 5359
30 GIUGNO 2003 86 +6 20600
Come si leggono i future su Saddam?


IL COMMENTO DELLA SEDUTA

“Per le prossime sedute non ci sono elementi che permettano di fare previsioni in un senso o nell’altro – osserva Francesco Leone, responsabile dell’ufficio studi di Wall Street Italia -. Gli investitori rimangono nervosi e senza chiari punti di riferimento. Oggi, per esempio, abbiamo assistito a un rafforzamento sia del dollaro che dell’oro, due componenti che normalmente si muovono in direzioni opposte. Lo stesso rendimento sui titoli di Stato a 10 anni, dopo essersi portato in prossimita’ del 3,75%, ha ritracciato verso 3,71%. In mancanza di un netto superamento di questo supporto, difficilmente vedremo forti acquisti sull’azionario, che e’ destinato ad alternare giornate euforiche a sedute all’insegna delle vendite”.

A livello macroeconomico, pur non delineando scenari apolittici, i dati comunicati in mattinata non permettono di essere ottimisti.

Da segnalare in particolare il nuovo scivolone della fiducia dei consumatori, il deficit record delle partite correnti e il forte rialzo dei prezzi alla produzione.

Tra gli altri dati, ha destato preoccupazione l’ennesima revisione al ribasso sul prodotto interno lordo, la quarta questa settimana. Secondo il consueto sondaggio mensile del Wall Street Journal, nel primo trimestre del 2003 il Pil USA si attestera’ solo al 2%, contro il +2,7% previsto a dicembre, mentre nel secondo trimestre la crescita sara’ del 2,4%, contro il precedente +3,2%.

Gli occhi degli investitori sono puntati ora sulle prossime mosse della Federal Reserve. Secondo gli analisti di Lehman Brothers, entro l’estate Greenspan tagliera’ i tassi d’interesse interbancari dello 0,75% per far fronte alla debolezza economica. Il broker non prevede un taglio nella riunione della prossima settimana (martedi’ 18 marzo), ma ritiene possibile una sforbiciata a sopresa nel mese di aprile, che porterebbe l’obiettivo sui Fed Fund dall’attuale 1,25% allo 0,75%, seguita da un’ulteriore riduzione nel meeting di maggio.

Sul fronte geopolitico, gli investitori attendono con trepidazione il vertice tra Bush, Blair e Aznar sulla questione irachena, in programma domenica nelle isole Azzorre.

Per tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.