WALL STREET NEGATIVA, NASDAQ -0,38%

18 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street presenta un andamento negativo malgrado la nota positiva di Salomon Smith Barney sul settore chip per la seconda parte dell’anno.

La stima contrasta con la preoccupazione degli investitori sulle prospettive del comparto telefonico e informatico.

Attualmente il tabellone elettronico accusa una flessione di 10 punti a quota 2.017 mentre l’indice dei titoli industriali perde 7 punti a 10.616.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Level 3 (LVMT -Nyse), compagnia rappresentativa del settore telefonico, ha tagliato le sue aspettative di fatturato per quest’anno e il prossimo.

La societa’ ha anche annunciato una riduzione del personale di 1.400 unita’.

International Business Machine (IBM – Nyse) ha invece ricevuto un commento negativo di Laura Congiliaro di Goldman Sachs sui risultati relativi al secondo trimestre dell’anno.

La banca d’affari ha tagliato le stime di crescita dei ricavi dal 3,5 al 3%.

Brutte notizie anche per Microsoft Corp (MSFT – Nyse) che ha ricevuto una nota negativa da Salomon Smith Barney.

A muovere il mercato quest’oggi Eli Lilly (LLY – Nyse) dopo che Merrill Lynch ne ha ridotto il rating di medio termine da “Buy” ad “Accumulate”.

Da evidenziare anche la ristrutturazione presso Chrysler, la divisione USA della tedesca DaimlerChrysler (DCX – Nyse), che intende ridurre le proprie spese del 40%, pari a $18 miliardi, nei prossimi cinque anni.

Spiraglio aperto anche per la vicenda General Electric (GE – Nyse) / Honeywell (HON – Nyse) dopo che la compagnia americana ha reso noto di non arretrare dalla sua ultima offerta di $42 miliardi.

Grande attesa quest’oggi dopo la chiusura per i dati di bilancio relativi al primo trimestre di Oracle (ORCL – Nasdaq).

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore farmaceutico:

Eli Lilly (LLY – Nyse) e’ in calo dell’1,25% dopo che Merrill Lynch ne ha ridotto il rating di medio termine da “Buy” ad “Accumulate”.
(Vedi Preborsa: Eli Lilly in calo su downgrade)

Nel settore automobilistico:

Aria di ristrutturazione presso Chrysler, la divisione USA della tedesca DaimlerChrysler(DCX – Nyse), che intende ridurre le proprie spese del 40%, pari a $18 miliardi, nei prossimi cinque anni. DCX sta cedendo oltre il 2% .
(Vedi Chrysler: programma per tagli alle spese del 40% )

Nel settore software:

Merrill Lynch (MER -Nyse) manterra’ invariate le proprie stime di un fatturato di $6,5 miliardi e un utile per azione di 43 centesimi sul secondo trimestre di Microsoft (MSFT – Nyse). MFST perde ora piu’ dell’1,5%.
(Vedi Merrill: stime invariate su 2° trim. Microsoft e Salomon Smith Barney piu’ cauta su Microsoft )

Nel settore media:

Le negoziazioni tra Microsoft (MSFT – Nasdaq) e AOL Time Warner (AOL – Nyse), relative all’installazione del servizio di accesso ad Internet di AOL nella prossima versione del sistema operativo di Microsoft, Windows Xp, si sono interrotte sabato. AOL perde quasi l’1%.
(Vedi AOL/Microsoft: fallite trattative su Windows XP)

Nel settore semiconduttori:

Craig Barrett, amministratore delegato di Intel Corp. (INTC – Nasdaq) ha detto questa mattina che la decelerazione del mercato dei personal computer ha convinto la societa’ a indietreggiare nei suoi piani di espansione e cancellare la costruzione di un impianto in Israele. INTC guadagna ora lo 0,50%
(Vedi Intel: debolezza economica frena espansione )