WALL STREET NEGATIVA A CAUSA DELL’HIGH-TECH

23 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street inizia la giornata in territorio negativo soprattutto a causa della debolezza dell’high-tech. A pesare sul mercato sono le preoccupazioni per gli utili di giganti del settore come Intel (INTC – Nasdaq) e Oracle (ORCL – Nasdaq).

Verificare quotazioni indici in TEMPO REALE in prima pagina.

Dopo una settimana con un rialzo superiore al 10% per il Dow Jones e di circa il 4,5% per il Nasdaq, sul mercato pesano ora le prese di beneficio.

In mancanza di dati macroeconomici significativi, a fornire una direzione di marcia agli investitori lunedi’ saranno numerosissimi annunci trimestrali di bilancio.

Secondo una stima di First Call/Thomson Financial, entro la fine della settimana 25 blue chip del Dow Jones avranno annunciato gli utili, come avranno fatto almeno 350 societa’ dello Standard & Poor’s 500.

In particolare, il settore dei semiconduttori potrebbe accusare oggi le perdite maggiori.

La banca di brokeraggio Merrill Lynch ha fatto sapere questa mattina di rimanere “cauta” sulle prospettive del comparto, anticipando la possibilita’ di un calo di almeno il 40% rispetto ai livelli attuali nell’indice piu’ significativo del settore, il Philadelphia Semiconductor Index (SOX).

La banca d’affari ha inoltre rivisto al ribasso le stime sugli utili di Intel.

Sul fronte macroeconomico, il mercato continua ad aspettarsi un altro taglio ai tassi di interesse a breve (Fed Funds) entro il prossimo incontro della Fed il 15 maggio.

Il contratto futures sul Fed Fund con scadenza a maggio, infatti, e’ attualmente trattato a un tasso del 4,31%, in calo dal 4,335% di venerdi’ scorso. A questo livello, il contratto include una possibilita’ di oltre il 75% per un taglio dei tassi dello 0,25%.

Tra i settori in rialzo all’inizio della mattinata, il tabacco, farmaceutico, sanitario, grande distribuzione, petrolifero e trasporto aereo.

Tra i settori in ribasso, i semiconduttori, hardware, software e strumentazioni di rete.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore del credito:

American Express Co. (AXP – Nyse), la quarta compagnia americana nel settore delle carte di credito, sta cedendo quasi l’1% dopo aver comunicato una perdita degli utili del 18% equivalente a 40 centesimi per azione.
(Vedi Utili: American Express calo del 18% )

Nel settore del gas e del petrolio:

Il primo operatore mondiale nel comparto gas e petrolio, Exxon Mobil (XOM – Nyse), sta guadagnando circa l’1,27% dopo aver annunciato utili in salita del 51% nel primo trimestre dell’anno soprattutto grazie al rialzo dei prezzi del gas naturale e a migliori margini operativi sulle attivita’ di raffinazione. La cifra e’ superiore alle attese di Wall Street.
(Vedi Utili: Exxon superiore alle aspettative )

Nel settore della telefonia:

SBC Comunications Inc.(SBC – Nyse), compagnia locale di telefonia, sta lasciando sul campo il 2,5% dopo aver dichiarato un calo degli utili di 51 centesimi per azione pari a $1.739 miliardi.
(Vedi Utili: SBC in linea con le aspettative )