WALL STREET: NASDAQ PROVA A RISALIRE LA CHINA

24 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Nonostante il tabellone elettronico tenti il recupero sulla parita’, il Dow Jones prosegue nel suo trend in negativo dopo la diffusione dei dati relativi alla vendite di case nuove nel mese di aprile.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Il dato ha registrato un calo del 9,5%. La flessione, che segue due rialzi consecutivi, e’ superiore alle previsioni degli analisti che si attendevano un calo di 13.000 unita’ che avrebbe portato il totale a quota 975.000 unita’.

A incidere sui mercati anche le dichiarazioni fatte dal senatore James Jeffords che in diretta televisiva ha annunciato di cambiare casacca regalando cosi’ ai democratici la maggioranza alla Camaera Alta statunitense.

“Con questo cambio di mano le societa’ energetiche – del settore esplorazione e sviluppo – e quelle farmaceutiche vanno in cima alla lista dei perdenti”, ha commentato Kim Wallace, analista di Lehman Brothers che e’ anche certo che la nuova maggioranza non aiutera’ la fusione US Air (U) – United (UAL).

Tra i settori particolarmente deboli in questo momento a Wall Street c’e’ proprio quello relativo alla trivellazione doppiamente aggravato dalla la notizia in base alla quale Pride International (PDE – Nyse) ha stipulato un accordo per l’acquisizione di Marine Drilling (MRL – Nyse) per $2 miliardi.(Per maggiori informazioni verificare la sezione Rumors

che trovate sul menu in cima alla pagina)

La notizia non sarebbe infatti stata accolta dal mercato con particolare entusiasmo.

A pesare sui mercati anche il dato sui sussidi di disoccupazione aumentato a 407.000 unità da 392.000 della settimana precedente.

Il mercato che si attendeva richieste di nuovi sussidi per 388.000 unità si e’ dovuto confrontare con il valore più alto dall’11 giugno 1994.

Tra i principali titoli in movimento a meta’ giornata a New York:

Nel settore abbigliamento:

Gap (GPS – Nyse) guadagna il 0,25%. La banca d’affari Lehman Brothers ne ha aumentato il rating da “Buy” a “Strong Buy” e il target sul prezzo da $35 a $45 prevedendo che le vendite miglioreranno nella seconda meta’ dell’anno. Gli analisti di Lehman ritengono inoltre che il titolo beneficera’ del piano di espansione internazionale e di controllo delle spese.
(Vedi anche PREBORSA: GAP +4% SU UPGRADE LEHMAN)

Nel settoria media:

News Corp. (NWS – Nyse) ha perso qualche punto in Australia sulle voci che EchoStar Communications (DISH – Nasdaq) sta preparando un’offerta per impedire che la societa’ del migliardario Rupert Murdoch si impossessi di Hughes Electronics (GMH – Nyse), la societa’ satellitare controllata da General Motors (GM – Nyse). Il titolo NWS perde oltre il 2,5%.
(Vedi anche TLC: ECHOSTAR CONTRO MURDOCH SU OFFERTA HUGHES)

Nel settore petrolifero:

Pride International (PDE – Nyse) ha annunciato un accordo per l’acquisizione di Marine Drilling (MRL – Nyse) per $2 miliardi. L’operazione crea un colosso del settore della trivellazione petrolifera. Il titolo PDE perde piu’ dell’ 16%, mentre MRL perde il 4,25%.(Per maggiori informazioni verificare la sezione Rumors

che trovate sul menu in cima alla pagina)

Nel settore biotech:

Genome Therapeutics (GENE – Nasdaq) e’ in rialzo di 16%. Il titolo ha registrato nella seduta di mercoledi’ un rialzo del 42% dopo che Ladenburg Thalmann ne ha alzato il rating a “Strong Buy”, attribuendo un target sul prezzo di $84 sui 12 mesi.

Nel settore telecomunicazioni:

Rick Justice, vice direttore generale per le vendite globali di Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), ha detto in un’intervista con l’agenzia di stampa reuters che e’ improbabile che il leader mondiale di infrastrutture per le telecomunicazioni e i network possa ripetere i risultati disastrosi del primo trimestre 2001, il suo terzo fiscale, quando ha riportato la sua prima e unica perdita trimestrale. Il titolo CSCO perde l’ 1%.
(Vedi anche CISCO: IL PEGGIO E’ ORMAI ALLE SPALLE)