WALL STREET: NASDAQ NON INGRANA, DOW IN QUOTA

2 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il Dow Jones e’ in forte rialzo nel pomeriggio, sostenuto dalla confortante notizia sul NAPM, salito in giugno a quota 44,7, contro i 42,1 di maggio.

Un sondaggio condotto dall’agenzia di stampa Dow Jones insieme alla rete televisiva CNBC tra gli economisti di Wall Street aveva previsto una crescita del dato a 42,5.

A sostenere l’indice, anche la buona performance di Intel Corp (INTC – Nasdaq).

Il Nasdaq oscilla invece intorno alla parita’, frenato dai ribassi di Microsoft (MSFT – Nasdaq).

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

“I numeri mostrano che l’economia non e’ completamente inanimata”, ha commentato Rick Jandrain, chief investment officer di Banc One Investment Advisors, aggiungendo che anche se gli utili “continuano a essere deboli, gli investitori cominciano a guardare oltre”.

Barry Hyman, chief market strategist di Ehrenkrantz King Nussbaum (societa’ finanziaria), ha affermato che gli scambi in settimana resteranno contenuti a causa della festivita’ del 4 luglio, che lascera’ i mercati chiusi dalle 13 (ora di New York) di martedi’ fino a giovedi’ mattina.

Sull’indice dei titoli industriali incide in particolare Intel Corp (INTC – Nasdaq) dopo che la societa’ ha presentato i suoi due chip piu’ veloci, aggiungendo che offrira’ entro la fine del trimestre un semiconduttore a 2 gigahertz.

United Airlines (UAL – Nyse) ha deciso di ritirare la sua offerta di acquisizione di US Airways (U – Nyse) del valore di $4,3 miliardi sostenendo che il dipartimento di Giustizia USA non avrebbe comunque permesso all’accordo di andare avanti.

Non sembra avere un effetto negativo il “profit warning” lanciato da Minnesota Mining & Manufacturing (MMM – Nyse), una delle trenta blue chip del Dow Jones, che ha comunicato di prevedere utili in calo nel secondo trimestre a causa del rallentamento delle economie di USA, Europa e Asia Pacifico, aggravato dall’impatto negativo del forte dollaro.

Sara Lee Corp (SLE – Nyse) ha raggiunto un accordo per acquisire Earthgrains per $2,8 miliardi in contanti oltre alla posizione debitoria di quest’ultima.

Il settore finanziario e’ in calo dopo che Joan Solotar, analista di Credit Suisse First Boston, ha ribassato le sitme sugli utili di Goldman Sachs (GS – Nyse), Merrill Lynch (MER – Nyse), Morgan Stanley Dean Witter (MWD – Nyse), Lehman Brothers (LEH – Nyse) eBear Stearns (BSC – Nyse).

Solotar ha motivato il downgrade col potenziale declino nel fatturato nella seconda meta’ dell’anno.

Sapient (SAPE – Nasdaq) ha annunciato che ridurra’ il personale nell’ambito del proprio piano di espandere il modello di distribuzione globale e migliorare il rendimento delle attivita’.

Brutte notizie sono giunte dalla Semiconductor Industry Association secondo cui le vendite globali di semiconduttori sono calate in maggio del 7% rispetto al mese precedente, portandosi cosi’ a $12,71 miliardi.

Sul fronte economico inoltre, il reddito personale negli Stati Uniti e’ aumentato dello 0,2% nel mese di maggio mentre il dato sulle spese personali e’ cresciuto dello 0,5%.

Un sondaggio condotto dal canale televisivo CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones mostra che gli economisti intervistati si attendevano un rialzo del reddito dello 0,3%, e delle spese personali dello 0,4%.