WALL STREET: NASDAQ -3%, DOW JONES -1,3%

28 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Apertura col segno meno per le borse USA, schiacciate dai ‘profit warning’ giunti nella tarda serata di martedi’ da alcuni big del settore tecnologico, come Nortel e Palm, e dal gigante dei media USA Walt Disney.

Verificare aggiornamento indici in tempo reale in prima pagina.

Le notizie negative arrivate dal fronte degli utili aziendali, rischiano adesso di interrompere il ‘minirally’ di questi giorni, che ha visto il Dow Jones tornare di poco sotto la soglia dei 10.000 punti e il Nasdaq vicino a quota 2.000 punti.

“Continuiamo ad avere il solito problema – commenta l’analista di Prudential Securities, Larry Watchel – gli utili sono in flessione e le previsioni pure. Bisogna adesso capire per quanto ancora questi segnali peseranno sul mercato”.

Nella seduta di martedi, il mercato sembrava diventato immune alla sindrome da ‘profit warning’. Le notizie confortanti arrivate sulla fiducia dei consumatori avevano lasciato passare inosservati gli allarmi sugli utili giunti dal comparto dei semiconduttori.

Evidentemente, il calibro delle aziende da cui sono arrivati i segnali negativi ha convinto gli investitori che il peggio non e’ ancora finito, come sostiene Bill Meehan, senior market analyst di Cantor Fitzgerald.

“Non mi sorprende che la stagione degli utili negativi non sia ancora finita – commenta Meehan – sono rimasto veramente stupito nel vedere quanta gente sostenesse che il peggio fosse passato”.