WALL STREET: MERCATO FIACCO, INDICI SULLA PARITA’

9 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo una giornata che ha avuto per protagoniste le vendite, il Dow chiude sulla parita’. Lievi ribassi per il Nasdaq.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.963,32 (-0,15%)
Il Dow Jones a 10.298,56 (+0,05%)
L’S&P 500 a 1.183,43 (-0,01%)

Sulla seduta odierna sono piovute alcune notizie sconfortanti che hanno spinto gli investitori a vendere. Il settore finanziario ha registrato flessioni dopo che Morgan Stanley ha ridotto le prospettive sugli utili per azione nel terzo trimestre dell’anno di Merrill Lynch & Co (MER – Nyse), Goldman Sachs Group (GS – Nyse), e Charles Schwab & Co. (SCH – Nyse).

UBS Warburg ha tagliato le aspettative relative agli utili per il terzo trimestre e l’intero 2001 per alcune tra le piu’ grandi banche d’investimento di Wall Street.

Diane Glossman, l’analista che ha redatto il rapporto sul settore brokeraggio, ha ridotto le stime su Goldman Sachs (GS – Nyse), Lehman Brothers (LEH – Nyse), Merrill Lynch (MER – Nyse) e Morgan Stanley (MWD – Nyse).
VEDI ANCHE:


BANCHE: PIOVONO GIUDIZI NEGATIVI SUI BIG

“Gli investitori sospettano che, dopo tante delusioni, le societa’ rivedranno al ribasso i loro utili”, ha commentato Owen Fitzpatrick di Bankers Trust, controllata di Deutsche Bank.

“Siamo rimasti nella nebbia per cosi’ tanto tempo che hanno tutti paura di essere colpiti da qualcosa di imprevedibile. Quando non si vede niente all’orizzonte, ogni piccolo rumore acquista maggiore risonanza”, ha osservato John Forelli, gestore di portafoglio di Independence Investment.

L’esperto ha aggiunto che un ulteriore taglio di un quarto di punto ai tassi di interesse da parte della Federal Reserve, la banca centrale americana, sosterra’ la fiducia, precisando tuttavia che gli investitori devono vedere una ripresa prima di ritornare al mercato.

“La seconda meta’ dell’anno non vedra’ alcuna ripresa economica – ha commentato Barry Hyman, investment strategist presso Ehrenkrantz King Nussbaum, aggiungendo che – il mercato tende razionalmente a vendere”.

Il settore biotecnologico, in generale calo, ha visto forti rialzi tra le societa’ attive nella ricerca su cellule staminali come Geron (GERN – Nasdaq) e Stemcells (STEM – Nasdaq) in seguito alle voci che il presidente Bush potrebbe annunciare questa sera di concedere i finanziamenti federali per la ricerca sulle cellule staminali ottenute da embrioni umani. STEM in particolare ha conseguito il rialzo piu’ alto della giornata chiudendo a +36,36%.

VEDI ANCHE:


BORSA USA: IN RIALZO SOCIETA’ CELLULE STAMINALI

Sul fronte macroeconomico, i nuovi sussidi di disoccupazione sono aumentati la scorsa settimana di 33.000 unità a 385.000, dal dato rivisto di 352.000 della settimana precedente.

Gli analisti avevano previsto che il livello dei nuovi disoccupati raggiungesse 375.000 dai 346.000 annunciati precedentemente.
VEDI ANCHE:


USA: SUSSIDI DI DISOCCUPAZIONE IN RIALZO

Positivo l’indice dei prezzi all’importazione sceso a luglio dell’1,6%, segnando il declino piu’ significativo degli ultimi 8 anni e mezzo – dall’1,7% del dicembre 1992 – e il contenimento dell’inflazione.

Il declino, tre volte piu’ significativo delle previsioni di calo dello 0,5% degli analisti, e’ giunto dopo una riduzione dello 0,4% nel mese di giugno ed e’ da attribuire alla discesa dei prezzi di petrolio, automobili e beni al consumo.
VEDI ANCHE:


USA: PREZZI ALL’IMPORTAZIONE -1,6% IN LUGLIO

Sui listini in generale, hanno mostrato una tendenza al rialzo i settori oro, edilizio, tessile, alimentare.

In ribasso, invece, i settori brokeraggio, trasporto aereo.

VEDI QUALI SONO I TITOLI DI RILIEVO CHE HANNO MOVIMENTATO I MERCATI:


WALL STREET: I TITOLI CHIAVE DEL 9 AGOSTO

WALL STREET: PERFORMANCE SETTORE PER SETTORE/2