Società

WALL STREET: MERCATI EUFORICI, RIPARTE IL RALLY

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Giornata molto positiva per la borsa americana, con gli indici che hanno ripreso con slancio la via dei rialzi. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0.77% a 10537, l’S&P500 lo 0.64% a 1197, il Nasdaq e’ avanzato dell’1.03% a 2071.

Dopo la breve battuta d’arresto di mercoledi’, sui mercati sono tornati a prevalere gli acquisti, innescati dal dato positivo sul Pil.
Nel primo trimestre, il Prodotto Interno Lordo Usa – un dato che rappresenta il valore totale di tutti i beni e servizi prodotti nel paese – ha registrato un aumento del 3.5%.

Il progresso e’ superiore rispetto alla stima preliminare di un mese fa di +3.1%. A favorire il rialzo sono stati, principalmente, la riduzione del deficit della bilancia commerciale e l’incremento della spesa al consumo, rivelatasi piu’ robusta del previsto. Il risultato e’ di un soffio inferiore alle aspettative degli economisti, che erano per un incremento del 3.6%.

Il dato odierno ridimensiona decisamente i recenti timori di un ralentamento economico. E l’andamento degli indici, che hanno superato i massimi di aprile, riflette il rinnovato ottimismo degli operatori di borsa sull’azienda America.

Leggermente migliore delle previsioni e’ poi risultato il dato relativo all’occupazione. Nella settimana conclusasi il 21 maggio, le nuove richieste per i sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono salite di 1.000 unita’ a quota 323.000. La cifra si e’ attestata ad un livello inferiore a quello atteso dagli analisti, che prevedevano un aumento del dato a 325.000 unita’.

Passando alla cronaca societaria, a livello settoriale hanno riportato una buona performance il comparto delle costruzioni, trainato dai sorprendenti numeri di bilancio di Toll Brothers, semiconduttori, software e hardware.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Tra i componenti del Dow, si sono distinti in positivo Boeing, in rialzo di oltre il 2% in seguito al massiccio ordinativo di aerei di nuova generazione (modello 737), Intel (+1.3%), in progresso da 12 sessioni consecutive, American International Group e Caterpillar. In rosso, Merck, Altria e 3M.

Sugli altri mercati, dopo il rally di mercoledi’ in seguito ad un calo inaspettato delle scorte, il petrolio
ha esteso leggermente i guadagni. Il contratto future con scadenza luglio e’ avanzato di 3 centesimi a $51.01 al barile.

L’euro e’ in netto ribasso nei confronti del dollaro. Nel tardo pomeriggio di giovedi’ a New York il cambio tra le due valute e’ $1.2510. In ribasso anche l’oro. Il future con scadenza giugno e’ arretrato di 70 centesimi a $418.10 all’oncia. In lieve flessione, infine, i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.08% dal 4.07% di mercoledi’.