WALL STREET: LA SETTIMANA PARTE A DUE VELOCITA’

19 Dicembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di settimana contrastato per gli indici americani, con il Nasdaq ancora debole. Il Dow Jones e’ in progresso dello 0.14% a 10890, l’S&P500 avanza dello 0.07% a 1268, il Nasdaq e’ in ribasso dello 0.29% a 2245. A sostenere l’indice industriale e’ l’ottima performance di Pfizer, al momento in progresso di oltre il 10%.

Il colosso farmaceutico beneficia dell’approvazione delle licenze sul Lipitor, prodotto chiave dell’azienda. La decisione, convalidata da un giudice federale, blocca la commercializzazione dei farmaci generici simili al Lipitor prodotti dalle societa’ concorrenti.

Oltre ai farmaceutici, sono in rialzo anche i titoli del settore retail. A diffondere il buonumore sul comparto sono state la trimestrale superiore alle attese della catena di negozi d’elettronica Circuit City e la conferma delle previsioni per il mese di dicembre sulle vendite comparate di Wal-Mart.

Continuano intanto le operazioni di fusioni e acquisizioni, un segnale particolarmente incoraggiante per le borse. La societa’ utility FPL Group, ha annunciato l’acquisizione di Constellation Energy per un valore complessivo di $11 miliardi. L’operazione dara’ vita ad uno dei maggiori generatori d’energia del Paese.

Nel settore tecnologico, il leader mondiale della ricerca Online, Google, e’ vicino alla chiusura delle trattative con Time Warner per il rilevamento del 5% del portale Web AOL, per un controvalore di $1 miliardo.

Alle notizie societarie positive, si aggiungono quelle provenienti dal comparto energetico, con il petrolio, seppur in rialzo in mattinata, sostanzialmente sotto la soglia psicologica dei $60 al barile. Nelle prime battute il contratto futures copn scadenza gennaio segna un rialzo di 32 centesimi a $58.38.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati sono in ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.468%. Torna a guadagnare terreno l’oro, al momento in progresso di $4.80 a $510.70. Sul valutario, infine, l’euro viene scambiato a quota 1.1993 contro il dollaro.