WALL STREET: LA PAURA ALEGGIA TRA GLI INVESTITORI

11 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

La paura che la Federal Reserve riveda la politica monetaria – a margine dei dati relativi alle vendite al dettaglio, dei prezzi alla produzione in aprile e della fiducia dei consumatori in maggio (dato preliminare), non sembra stia sul punto di abbandonare gli animi degli investitori.

Anzi, Nasdaq e Dow Jones proseguono nel loro andamento in territorio negativo, anche se leggendo i grafici, il tabellone elettronico sta mostrando una vera e propria fase discendente, diversamente dal Dow che presenta un trend laterale.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

“Il taglio dei tassi della Fed e’ stato provocato da un forte decelerazione delle spese domestiche. Se le spese dei consumatori torneranno in rialzo, una riduzione di 50 punti il 15 maggio potrebbe essere l’ultima manovra della Fed”, ha ammonito in una nota Moody’s Investors Service.

Diverso il commento di Joel Naroff di Naroff Economic Advisor: “Apparentemente l’economia e il mercato del lavoro non danno sufficenti preoccupazioni per allontare le famiglie americane dai centri commerciali. Questo pero’ non vuol dire che le spese registrino un boom”.

“Il declino di febbraio/marzo – prosegue Naroff – e’ stato oscurato dal rialzo di aprile. Quindi mentre le spese dei consumatori sono solide per tenersi lontano dalla recessione, non ci sono abbastanza elementi per prevedere una forte ripresa dell’economia. Cosi’la FED non sara’ trattenuta dal tagliare i tassi d’interesse la prossima settimana”.

Tra i titoli in movimento oggi a Wall Street:

Nel settore assicurazioni

American General (AGC) ha messo fine all’accordo di fusione con la societa’ britannica Prudential (PUK – Nyse) e ha accettato l’offerta d’acquisto di $23 miliardi di American International Group (AIG), una delle maggiori societa’ assicurative al mondo. American General guadagna oltre l’1%, Prudential non subisce variazioni di grande rilievo e American International cede quasi l’1%.
(Vedi AIG acquista America General per $23 mld )

Nel settore infrastrutture per le tlc

Sono in corso pesanti ristrutturazioni per Nortel Networks (NT – Nyse). La numero uno delle apparecchiature a fibre ottiche ha annunciato che il direttore operativo Clarence Chandran ha consegnato le sue dimissioni e che l’amministratore delegato John Roth abbandonera’ la societa’ nell’aprile dell’anno prossimo. In questo momento sta lasciando sul campo il 4%.

Nel settore farmaceutico

Schering-Plough (SGP – Nyse) guadagna oltre il 6% su voci che Merck (MRK – Nyse) starebbe per comprarla. Merck cede l’1,5%

Nel settore infrastrutture di rete

Juniper Networks (JNPR – Nasdaq)
conquista lo 0,25% dopo un presentazione che ha rincuorato gli analisti.

Nel settore informatico

International Business Machines (IBM – Nyse) e’ oggi in calo dopo aver ricevuto da Andrew Neff di Bear Stearns una riduzione del rating da “Buy” ad “Attractive”. Alto il volume di scambi sul titolo. Nelle contrattazioni sta perdendo circa il 2,5%.
(Vedi Borsa: IBM in calo dopo riduzione del rating )