Società

WALL STREET: L’HIGH TECH SPINGE IL DOW AL RIALZO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Dopo un inizio mattinata alquanto incerto, il Dow Jones cambia trend e passa in positivo spinto dai colossi dell’high tech quali Microsoft (MSFT – Nasdaq), Hewlett-Packard (HWP – Nyse) e Intel (INTC – Nyse).

Da notare che la stessa Intel ha ricevuto nella mattinata un commento negativo da parte di Merrill Lynch che pero’ ha inficiato poco sui mercati.

Sembra allo stesso tempo essersi esaurita anche l’influenza negativa che Procter & Gamble (PG – Nyse) stava dando al mercato in seguito alla notizia dell’acquisizione di Bristol Myers Squibb Co.’s Clairol.

Brillante, invece, la performance del tabellone elettronico in rialzo per il quinto giorno consecutivo.

Tra le ragioni dell’ottimismo, l’upgranding espresso da Don Young di Ubs Warburg su Palm (PALM – Nasdaq) che ha azzerato l’incidenza negativa
del downgrading da parte Robertson Stephens su Level Three Communications Inc. (LVLT – Nasdaq) e dell’infelice trimestrale di Toys R Us (TOY – Nyse), non in linea con le attese degli analisti.

Sui listini in generale, stanno mostrando una tendenza al rialzo i settori metallo, infrastrutture per le tlc, intrattenimento, oro, software, semiconduttori, biotech, broadcast/media, assicurazioni, hotel, grande distribuzione.

In ribasso, invece, i settori automobilistico, prodotti per la casa e per il giardino, petrolio, bancario, difesa, controllo dell’inquinamento.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore giocattoli:

Toys R Us (TOY – Nyse), il secondo rivenditore di giocattoli negli Stati Uniti dopo Wal-Mart Stores (WMT – Nyse), ha chiuso il primo trimestre dell’anno con una perdita di $18 milioni, o 9 centesimi per azione. In borsa, sta guadagnando il 4,25%
(Vedi Utili: Toys R Us delude le aspettative )

Nel settore media:

Il colosso Vivendi Universal (V – Nyse) ha annunciato l’acquisizione di MP3.com (MPPP – Nasdaq), la societa’ che consente agli utenti di scaricare file musicali da Internet, per $372 milioni in contanti e azioni. Nelle contrattazioni, sta conquistando quasi il 61%.
(Vedi Internet: Vivendi compra mp3 per $372 mln )

Nel settore largo consumo:

Procter & Gamble (PG – Nyse)
sta cedendo oltre il 3,25% sulla notizia del prossimo acquisto di Clairol per $5 miliardi.
(Vedi P&G punta su Clairol per $5 miliardi)

Nel settore farmaceutico:

Il gruppo Pharmacia Corp (PHA – Nyse)
sta perdendo quasi l’1,25% dopo che la U.S. Food and Drug Administration ha rifiutato l’approvazione per Vestra, un farmaco antidepressivo sviluppato dalla società.

Nel settore computer:

Palm (PALM – Nasdaq) sta conquistando quasi il 15%. Don Young, analista di UBS Warburg, ha alzato il rating sul titolo del produttore di computer palmari da “Hold” a “Strong Buy”, citando la “strategia aggressiva” della societa’ per far fronte ai problemi relativi alle scorte.
(Vedi Preborsa: Palm +7% dopo upgrade USB Warburg )

Nel settore telecomunicazioni:

AT&T Corp (T – Nyse) sta lasciando sul campo l’1% .
La societa’ di telefonia ha annunciato la revisione dei termini del contratto siglato nel 2000 con Comcast e Cox (COX – Nyse) riguardo il diritto delle due societa’ di vendere le loro azioni di ExciteAtHome.

Nel settore semiconduttori:

Intel (INTC – Nasdaq) e’ in ribasso del 3,25%.
Notando una continua debolezza nel settore dei PC, Joe Osha, analista presso Merrill Lynch, ha rivisto in negativo le stime sugli utili per il quarto trimestre e l’intero anno 2001, per il primo produttore di chip al mondo.