Wall Street Italia magazine, scegliamo il digital per esservi più vicino

1 Aprile 2020, di Leopoldo Gasbarro

Cari lettori.
Vorrei abbracciarvi tutti. Lo farei per l’affetto che ci avete dimostrato in questi mesi, per la fiducia con cui avete seguito la rivoluzione in termini di comunicazione finanziaria che abbiamo deciso d’introdurre nel nostro settore in questi ultimi tempi. Lo farei per le continue attestazioni di stima che ci fate pervenire in ogni modo.

Che il periodo sia complicato non lo nascondiamo. Siamo tutti coinvolti emotivamente, per la nostra salute, per quella dei nostri cari, per i posti di lavoro, per gli andamenti dei mercati finanziari.

Ma, come recita la nostra ultima copertina, a noi non piace stare in difesa, a noi non piace stare ad aspettare gli eventi. A noi piace andare all’attacco e determinare le nostre scelte.
E vogliamo farlo sviluppando una capacità ed una flessibilità che vanno anche contro la nostra vocazione di “amanti del prodotto cartaceo”.

Tuttavia, con tutte le limitazioni imposte dalla pandemia e per tutta la voglia di raggiungervi puntualmente ovunque siate, abbiamo deciso che per questo mese, ed eventualmente per il tempo che dovesse essere necessario, di deviare le nostre attenzioni alla formula digitale.

Siamo certi di farvi cosa gradita, perché così avrete certezza di ricevere il nostro prodotto senza essere costretti ad andarlo a ritirare in uffici chiusi, senza andarlo a cercare in edicola, senza attendere spedizioni che, nel contesto in cui viviamo, rischiano di arrivare con ritardi colossali o di non arrivare affatto.

Noi abbiamo fatto questa scelta perché vogliamo esserci.
Vogliamo essere pronti a fare il nostro dovere nell’informarvi con la stessa trasparenza e determinazione con cui l’abbiamo fatto finora.

Con affetto sincero

Leopoldo Gasbarro