WALL STREET: INTEL PROTAGONISTA, DOW +1,29%

2 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Al giro di boa, il Dow Jones e’ in rialzo a margine della brillante performance di Intel Corp (INTC – Nasdaq), General Electric (GE – Nyse) e del NAPM di giugno.

Meno significativa la prestazione del Nasdaq su cui incidono il ‘profit warning’ di Minnesota Mining & Manufacturing (MMM – Nyse) e i dati diffusi dalla Semiconductor Industry Association.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Sull’indice dei titoli industriali incide in particolare Intel Corp (INTC – Nasdaq) dopo che la societa’ ha presentato i suoi due chip piu’ veloci, aggiungendo che offrira’ entro la fine del trimestre un semiconduttore a 2 gigahertz.

Il NAPM e’ salito in giugno a quota 44,7, contro i 42,1 di maggio.

Un sondaggio condotto dall’agenzia di stampa Dow Jones insieme alla rete televisiva CNBC tra gli economisti di Wall Street aveva previsto una crescita del dato a 42,5.

La buona performance del NAPM controbilancia il ‘profit warning’ emesso in mattinata da Minnesota Mining & Manufacturing.

Brutte notizie sono giunte anche dalla Semiconductor Industry Association secondo cui le vendite globali di semiconduttori sono calate in maggio del 7% rispetto al mese precedente, portandosi cosi’ a $12,71 miliardi.

Contrastate le notizie che sono giunte questa mattina dalla congiuntura.

Il reddito personale negli Stati Uniti e’ aumentato dello 0,2% nel mese di maggio mentre il dato sulle spese personali e’ cresciuto dello 0,5%.

Un sondaggio condotto dal canale televisivo CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones mostra che gli economisti intervistati si attendevano un rialzo del reddito dello 0,3%, e delle spese personali dello 0,4%.

Da ultimo segnaliamo le dichiarazioni di Richard Ketchum, direttore generale di NASD, la societa’ che gestisce il Nasdaq, in base alle quali le contrattazioni proseguiranno oggi senza problemi, con i sistemi elettronici tutti operativi.

Venerdi’ scorso il Nasdaq aveva deciso di posticipare la chiusura alle 23:00 (le 17:00 ora di New York) dopo che i sistemi SelecNet e SOES erano stati fermati a causa di problemi tecnici.

Sui listini in generale, stanno mostrando una tendenza al rialzo i settori networking, software, sanita’, farmaceutico.

In ribasso, invece, i settori biotech, cartario, aereo, petrolio, brokeraggio.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore trasporto aereo:

United Airlines (UAL – Nyse) ha deciso di ritirare la sua offerta di acquisizione di US Airways (U – Nyse) del valore di $4,3 miliardi sostenendo che il dipartimento di Giustizia USA non avrebbe comunque permesso all’accordo di andare avanti. UAL guadagna adesso l’1,5%, U sta registrando una pesante perdita del 12,75%.
(Vedi UNITED-US ARIWAYS: TAKEOVER NAUFRAGATO )

Nel settore semiconduttori:

Intel Corp (INTC – Nasdaq) ha presentato i suoi due chip piu’ veloci, aggiungendo che offrira’ entro la fine del trimestre un semiconduttore a 2 gigahertz. INTC sta conquistando il 4,25%.
(Vedi CHIP: INTEL PRESENTA I SUOI CHIP PIU’ VELOCI )

Nel settore industriale:

Minnesota Mining & Manufacturing (MMM – Nyse), una delle trenta blue chip del Dow Jones, ha comunicato di prevedere utili in calo nel secondo trimestre a causa del rallentamento delle economie di USA, Europa e Asia Pacifico, aggravato dall’impatto negativo del forte dollaro. MMM e’ in rialzo dell’ 1,25%.
(Vedi 3M: ‘PROFIT WARNING’ SU SECONDO TRIMESTRE )

Nel settore alimentare:

Sara Lee Corp (SLE – Nyse) ha raggiunto un accordo per acquisire Earthgrains per $2,8 miliardi in contanti oltre alla posizione debitoria di quest’ultima. SLE sale ora di oltre lo 0,5%.
(Vedi SARA LEE ACQUISISCE EARTHGRAINS PER $2,8 MILIARDI )

Nel settore business:

Sapient(SAPE – Nasdaq) ha annunciato che ridurra’ il personale nell’ambito del proprio piano di espandere il modello di distribuzione globale e migliorare il rendimento delle attivita’. SAPE cede adesso oltre lo 0,5%
(Vedi SAPIENT ANNUNCIA TAGLIO A 390 POSTI DI LAVORO )