WALL STREET: INDICI SUI FUTURES STABILI

31 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle contrattazioni a New York, i futures appaiono stabilizzati, con gli indici Dow Jones e Standard & Poor in lieve perdita, e il Nasdaq in positivo.

Il Dow Jones e lo S&P hanno ridotto la propria volatilita, recuperando in parte le pedite di inizio seduta. Il Nasdaq invece sembra spinto in alto dai dati di bilancio di AOL Time Warner, positivi per la sezione Internet del gigante dei media.

Gli indici non hanno risentito dell’annuncio da parte del Dipartimento del Commercio del Prodotto interno lordo per il quarto trimestre 2000, pari all’1,4%. Il dato risulta nettamente inferiore sia alle previsioni, che indicavano una crescita compresa tra l’1,9% e il 2,2%, sia al 2,2% registrato nel trimestre precedente.

Si tratta della crescita piu’ bassa registrata negli ultimi 5 anni. Nonostante cio’, il dato complessivo del 2000 e’ pari al 5%, il piu’ alto dal 1984 ad oggi.

L’attenzione dei mercati rimane puntata a Washington dove oggi pomeriggio la Fed rendera’ nota la propria decisione sui tassi di interesse USA. La negativita’ del dato sul Pil, insieme a quella sulla fiducia dei consumatori reso noto ieri aumenta le aspettative di un robusto taglio dei tassi.

Atteso anche il dato della vendita di case nuove in dicembre, che verra’ reso noto alle 16.00 (10.00 ora di New York).

Alle 15.00 (le 9.00 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 1,80 punti (-0,13%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 6 punti (+0,22%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in perdita di 10 punti (-0,09%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro Usa a 10 anni fa registrare prezzi a $1042,5 e rendimenti al 5,18%.