WALL STREET: INDICI POSITIVI, INVESTITORI INCERTI

23 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dalla chiusura delle borse USA entrambi gli indici si mantengono in territorio positivo, con gli investitori incerti sul fatto che i mercati abbiano costituito o meno un fondo.

Verificare in prima pagina aggiornamento indici in tempo reale. .

Una parte degli investitori sembra convinta che il tonfo intraday e il brusco recupero del Dow Jones di giovedi’ abbiano segnato la formazione di un fondo, mentre l’altra parte e’ convinta che i mercati debbano ancora scontare appieno il rallentamento dell’economia USA.

Sul Nasdaq pesa l’inversione di tendenza del settore semiconduttori. Dopo il forte rialzo di giovedi’ e di inizio mattina molti investitori hanno preferito realizzare i guadagni ottenuti.

Sul Dow Jones i rialzi dei titoli finanziari compensano il calo di quei titoli, come Home Depot, Wal-Mart e Procter & Gamble, legati a doppio filo all’andamento dei consumi, e quindi al quadro macroeconomico.

Secondo Nick Sargen, global market strategist per JP Morgan Private Bank, “la questione sta tutta nel dubbio se tutte le cattive notizie sul fronte dei profitti siano gia’ venute fuori”.

Sargen aggiunge che “la revisione attuale delle previsioni sui profitti e’ stata una delle piu’ dure che si ricordi, ma ancora non si sa quando l’economia si risollevera’”.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore finanziario, gas naturale, assistenza medica, intrattenimento, biotecnologico, controllo dell’inquinamento.

In calo invece il settore infrastrutture per telecomunicazioni, metalli, media radiotelevisivi, grande distribuzione, semiconduttori, bevande.