WALL STREET: INDICI NERVOSI DOPO LA FED

13 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

I mercati Usa ballano attorno alla parita’ dopo le dichiarazioni della banca centrale Usa.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Nel meeting odierno, il Federal Open Market Committee (FOMC, il braccio operativo della Fed) ha lasciato invariato l’obiettivo sui Fed Funds all’1,75%, il livello piu’ basso degli ultimi 41 anni.

Ma il presidente Greenspan ha sottolineato che i rischi non sono piu’ bilanciati, e che il pericolo relativo a una crescita lenta della congiuntura e’ maggiore rispetto a quello di un tasso di inflazione piu’ alto. L’atteggiamento passa cosi’ ad ‘accomodante’. Le dichiarazioni del n.1 della Fed suggeriscono che il taglio ai tassi potrebbe avvenire nella prossima riunione, fissata per il 24 settembre.

L’ultima volta in cui la Banca centrale Usa decise di tornare a sforbiciare il costo del denaro dopo aver dichiarato la fine dei tagli e’ stata 10 anni fa.

Da segnalare che le dichiarazioni poco confortanti di Greenspan appaiono diametralmente opposte a quelle del presidente Usa, George W. Bush, che nel suo intervento al forum di Waco (Texas) ha sottolineato che l’economia del Paese e’ sostanzialmente in buona salute. Lo stesso ottimismo era trapelato dal discorso del ministro del Tesoro, Paul O’Neill.

Per avere tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER