WALL STREET: INDICI IN RALLY A META’ SEDUTA

10 Marzo 2006, di Redazione Wall Street Italia

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta in leggero denaro. Il dato macro sull’impiego e’ risultato migliore delle attese. Il prezzo del greggio e’ intorno ai $60.10 al barile.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in rialzo di 112 punti a 11084 il Nasdaq e’ in denaro di 12 punti a 2262 e l’S&P500 sta guadagnando 10 punti a 1282.
Positive le performances dei settori acciaio, semiconduttori e prodotti cartacei; in ribasso invece oro e risorse umane.

L’indice VIX si trova al livello di 11.90. L’indice “advance/decline” sta facendo segnare una lettura di +1400. I volumi sul NYSE sono di 646 milioni di titoli scambiati.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, tra le nostre posizioni si sta distinguendo in positivo i titoli di HON e ATYT che guadagnano il 2%. FILE e’ in denaro dell’1.3%, mentre SSTI e ZL sono invariati.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Lunedi’ mattina, non saranno pubblicati dati macro.

POSIZIONI RIALZISTE:

HON (APERTA IL 21/12 A $38.00; ATTUALE $42.11; PERF. +10.82%)

SSTI (APERTA IL 29/12 A $5.16; ATTUALE $4.34; PERF. –15.89%)

ZL (APERTA IL 29/12 A $2.02; ATTUALE $2.48; PERF. +22.77%)

FILE (APERTA IL 25/1 A $27.35; ATTUALE $25.94; PERF –-5.16%)

ATYT (APERTA IL 7/3 A $15.20; ATTUALE $14.66; PERF –3.55%)

BORSA: CRESCE TAM-TAM SUI TASSI, MA NEW YORK RISALE/ANSA

La Borsa di New York cerca oggi di risalire la corrente, in una giornata contraddistinta peraltro dal consolidarsi della prospettiva di tassi d’ interesse in ulteriore rialzo, alla luce dei dati sull’ occupazione a febbraio, risultati sopra le attese. I posti di lavoro aggiuntivi sono stati infatti 243mila contro i circa 210mila previsti, mentre le paghe orarie sono cresciute del 3,5%.

Si tratta di indicazioni che vanno nella direzione di nuovi rialzi del costo del denaro da parte della Federal Reserve, anche se al tempo stesso sempre a gennaio il tasso di disoccupazione – che peraltro viene elaborato con una diversa metodologia statistica – è salito al 4,8%. Il mercato in ogni caso ha beneficiato del fatto che il prezzo del petrolio è tornato a posizionarsi sotto i 60 dollari al barile, con questo ridimensionando i timori legati ad un possibile surriscaldamento dell’ inflazione.

Il Dow Jones è riuscito a guadagnare anche più dell’ 1%, mentre gli altri due indici di riferimento – Nasdaq composite e S&P 500 – si limitano a progressi frazionali. Fra i singoli titoli, non ci sono particolari spunti da segnalare, ma in ogni caso va bene il comparto delle vendite al dettaglio, +0,9% per via appunto della discesa del prezzo del greggio. Home Depot, il leader nel ‘fai da te’ per la casa, avanza di 27 cents, a 40,91 dollari.

Fra gli altri titoli dello stesso comparto, in rialzo anche Aeropostale, che opera nell’ abbigliamento per i più giovani, +99 cents a 29,46 dollari, dopo aver comunicato che l’ utile trimestrale è stato di 76 cents per azione, sopra le stime precedenti. Un’ altra catena dell’ abbigliamento, AnnTaylor Stores, è in progresso di 1,78 dollari, a 37,11 dollari, dopo aver reso noto anche in questo caso profitti sopra le previsioni, a 43 cents per azione. Nel settore siderurgico Nucor, il secondo maggiore produttore di acciaio, è in rialzo di 2,78 dollari, a 92,88 dollari, dopo aver migliorato le previsioni di utile a 2,2/2,4 dollari per azione dai precedenti 1,9/2,1 dollari.

Bene sulla scia di Nucor anche U.S. Steel, +1,85 dollari, a 56,9. Nel comparto dei media sugli scudi Univision Communications, il maggiore canale radiotelevisivo in lingua spagnola, +1,22 dollari a 34,14 xdopo che il New York Times ha riportato di un interesse a rilevare il gruppo da parte di più soggetti, fra cui la messicana Televisa, che sarebbero pronti a lanciare un’ offerta da 12 miliardi di dollari. Nel comparto aereo in flessione JetBlue Airways, -58 cents a 10,53 dollari dopo che la valutazione sul titolo è stata abbassata a ‘underweight’, cioé sottopesare, da un analista di Prudential Equity Group.

Attorno alle 18.50 ora italiana l’ indice Dow Jones guadagna lo 0,92% a 11.072,98 punti, il Nasdaq composite lo 0,71% a 2.265,7 e lo S&P 500 lo 0,81% a 1.282,54.